Segui @emergenzavvf

Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco - Dipartimento dei Vigili del Fuoco del soccorso pubblico e della difesa civile

Sei in: Home > Prevenzione e sicurezza > FAQ > Argomento selezionato

F.A.Q. di Prevenzione Incendi - Modulistica di Prevenzione Incendi

Documentazione richiesta a corredo delle istanze/segnalazioni

Domanda:
Nella conversione del codice attività dal d.m. 16/02/82 a quelle del d.P.R. 151/2011 le vecchie attività 17 e 20 diventano rispettivamente 12/A e 12/B. Nella domanda di rinnovo CPI si devono indicare entrambe le attività 12/A e 12/B oppure solo una delle due, la più "rischiosa" (cioè la 12/B)? Nella pagina 2 del mod. Pin 3-2012 si deve specificare la lettera della categoria o riportare anche la descrizione dell'attività?
Risposta:
Il modello Pin 3- 2012 va compilato in ogni parte. Nella sezione "dichiara" deve essere descritto il tipo di attività principale identificandone anche il numero, la sottoclasse e la categoria, comprendendo anche le informazioni sulle altre attività presenti contemplate nell'allegato I al d.P.R. 151/2011 e al d.m. 7 agosto.

Pubblicato il 19/12/2012

Domanda:
Esiste un modulo per dichiarare il non aggravio di rischio incendio per la restante attività, nel caso di una nuova installazione? In caso affermativo dove si può trovare?
Risposta:
Il modello "Dichiarazione di non aggravio di rischio incendio" è stato pubblicato con decreto direttoriale DCPST 31 ottobre 2012, n. 200 (scaricabile dal sito www.vigilfuoco.it).

Pubblicato il 18/12/2012

Domanda:
Per un gruppo elettrogeno da 30 kW, che rientra nella categoria A, volevo sapere quante copie occorre presentare per l'istanza di SCIA.
Risposta:
Le modalità di presentazione delle istanze sono disciplinate dall'art. 10 del D.M. 7 agosto 2012.

Pubblicato il 30/10/2012

Domanda:
Le certificazioni e le dichiarazioni devono essere presentate obbligatoriamente insieme all'asseverazione nella SCIA o possono essere in possesso del richiedente come previsto nella domanda?
Risposta:
Alla SCIA dovranno essere allegate l'asseverazione, le dichiarazioni e le certificazioni atte a comprovare che le strutture, gli impianti, le attrezzature e le opere di finitura sono stati realizzati, installati o posti in opera in conformità alla normativa in materia di sicurezza antincendio.

Pubblicato il 06/03/2012

Domanda:
Per rinnovare il certificato di prevenzione incendi si devono presentare l'asseverazione, la richiesta di rinnovo e il versamento, oppure è necessaria ulteriore documentazione?
Risposta:
In attesa dell'emanazione del d.m. di cui all'art. 2 comma 7 del d.P.R. 151/2011, in via transitoria, l'argomento è chiarito nella lettera circolare 6 ottobre 2011, prot. 13061, punto 4, lettera e) consultabile in questa sezione del sito www.vigilfuoco.it, nel sottomenù "nuovo regolamento di semplificazione di prevenzione incendi." Il punto citato prevede che il responsabile dell'attività presenti l'attestazione di rinnovo periodico di conformità antincendio.

Pubblicato il 06/03/2012

Domanda:
Nel caso di serbatoi di gpl a servizio di unità residenziali, ricadenti nell'attività 4.3.A dell'allegato I D.p.r.151/2011, l'asseverazione del tecnico dovrà comprendere anche la conformità alle norme vigenti dell'impianto fino agli utilizzatori domesitici? In tal caso quale documentazione dovrà essere acquisita?
Risposta:
Il tecnico che sottoscrive l'asseverazione certifica la conformità alle norme vigenti dell'attività assoggettata ai controlli di prevenzione incendi, vale a dire il serbatoio di gpl. Per gli impianti utilizzatori dovrà essere acquisita la dichiarazione di conformità rilasciata dall'installatore ai sensi del d.m. 22 gennaio 2008, n. 37.

Pubblicato il 28/02/2012


Copyright 2009 Dipartimento dei Vigili del Fuoco -