Segui @emergenzavvf

Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco - Dipartimento dei Vigili del Fuoco del soccorso pubblico e della difesa civile

Sei in: Home > Notiziario > Notizia

pubblicato il 28 gennaio 2011  

Progetto "Save me", duecento bambini testano l'informatica nell'emergenza presso la Scuola di Formazione Base di Montelibretti

Approfondimenti

...

Circa duecento ragazzi e bambini dell'Istituto Statale Comprensivo di Montelibretti hanno partecipato ad una sperimentazione sull'orientamento al chiuso, organizzata il 27 gennaio dal Corpo Nazionale dei Vigili del fuoco e da ricercatori dell'Università di Modena e Reggio Emilia presso la Scuola di Formazione Base di Montelibretti, nell'ambito del progetto europeo "SAVE ME".

L'esperimento consisteva nel consegnare ai ragazzi, prima dell'entrata in uno dei tre labirinti costruiti all'interno di una galleria priva di luce, un palmare settato con il tracciato da intraprendere, per dar loro modo di uscire seguendo solo l'ausilio informatico. Infatti, digitando il touch screen del palmare è possibile immediatamente seguire le giuste indicazioni per uscire da qualsiasi ambiente.

Lo scopo dell'esperimento è stato testare l'efficacia di un ausilio tecnologico volto ai bambini, ai diversamente abili, agli anziani, agli stranieri, alle persone svantaggiate al fine di migliorare la gestione dell'emergenza in ambienti chiusi.

Prima di affrontare la prova, gli psicologi dello Human-Machine Interaction Group (gruppo di ricerca fondato nel 2002 presso la Facoltà di Ingegneria del Dipartimento di Scienze e Metodi dell'Ingegneria di Modena e Reggio Emilia), partner del progetto, hanno spiegato ai ragazzi come compilare le schede in cui segnalare eventuali limitazioni visive, uditive o motorie. L'operazione è stata poi ripetuta anche a fine percorso, ma l'interesse in questo caso stava nel riportare se avessero accusato stanchezza o stress fisico ecc.

Il progetto, nato circa un anno fa nell'ambito dei finanziamenti dell'Unione Europea per lo sviluppo e l'impiego della tecnologia, è stato sin dall'inizio abbracciato dal Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco.

I primi risultati della sperimentazione saranno presentati durante il convegno che il Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco ha organizzato per il prossimo 3 marzo all'Istituto Superiore Antincendi.

La sperimentazione è stata curata dal Dirigente dell'S.F.O. Paolo Massimi, dal Dirigente Stefano Marsella, responsabile per il C.N.VV.F. del progetto SAVE ME e da altri due partner del progetto, l'Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia e la soc. IES Solutions.

  

     

Copyright 2009 Dipartimento dei Vigili del Fuoco -