Segui @emergenzavvf

Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco - Dipartimento dei Vigili del Fuoco del soccorso pubblico e della difesa civile

Sei in: Home > Notiziario > Notizia

pubblicato il 16 settembre 2019  

Avellino, violento incendio divampa in un'azienda a Pianodardine

Approfondimenti

...

Il 13 settembre del 2019 un violento incendio è divampato in una fabbrica addetta alla produzione di elementi in plastica sita ad Avellino, in località Pianodardine. Poco dopo le 13:00 la sala operativa del comando irpino è stata letteralmente subissata da centinaia di telefonate di cittadini allarmati per l’innalzamento di nube nera, visibile da tutta la città.

Sul posto sono giunte subito le due squadre disponibili in sede centrale e due autobotti e, immediatamente dopo, è stato disposto l’invio di altre squadre dai distaccamenti di Montella e Grottaminarda e, in supporto, anche dai comandi di Salerno, Benevento, Napoli e Frosinone. Lo scenario che si sono trovati davanti i Vigili del fuoco è risultato infernale, con pedane in legno e grosse cataste di contenitori in plastica che, ardenti, hanno provocato una grande colonna di fumo nero che ha oscurato il cielo di Avellino e di numerosi comuni limitrofi, rendendo l'aria acre.

Il prefetto di Avellino ha prontamente attivato il Centro di Coordinamento Soccorsi a cui ha preso parte il Comandante dei vigili del Fuoco, Ing. Luca Ponticelli, assieme alle principali componenti coinvolte nell’emergenza. A scopo precauzionale sono state evacuate strutture vicine e sono state prese particolari precauzioni per impedire che le fiamme si propagassero ad una stazione di carburanti sita a poche decine di metri dalla fabbrica. Ridimensionato significativamente l’incendio già nel corso delle prime ore, i Vigili del fuoco hanno operato per più di ventiquattr’ore prima di completare l’estinzione dei roghi, resa complicata dalla presenza sulla copertura dell’edificio principale di pannelli fotovoltaici poggianti su una intercapedine.

Quasi un centinaio i Vigili del fuoco che si sono alternati complessivamente nelle diverse fasi dell’intervento, con utilizzo di mezzi diversi quali Auto Pompe Serbatoio (APS), Autobotti (ABP), un’Autoscala (AS), un’Autogrù (AG), carri schiuma e NBCR, fino ad un mezzo movimento terra..

  

     

Copyright 2009 Dipartimento dei Vigili del Fuoco -