Segui @emergenzavvf

Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco - Dipartimento dei Vigili del Fuoco del soccorso pubblico e della difesa civile

Sei in: Home > Notiziario > Notizia

pubblicato il 3 ottobre 2008  

Cuneo: incidente nella galleria del Colle di Tenda, ma è solo un esercitazione

Approfondimenti

La notte tra il primo e il 2 ottobre si è svolta un'importante esercitazione che ha visto impegnati in una simulazione i servizi di soccorso italiani e francesi.

Lo scenario ipotizzato è stato quello di un incidente stradale in territorio francese fra tre autovetture che viaggiavano all'interno del traforo del Colle di Tenda, dalla Francia verso l'Italia, seguito dall'incendio di una delle autovetture coinvolte.

Lo scopo dell'esercitazione è stato quello di simulare un intervento all'interno della galleria per testare non solo i vari sistemi di sicurezza presenti all'interno del tunnel, ma anche quello di provare i tempi e le procedure d'intervento congiuntamente ai Sapeurs Pompiers francesi anche alla luce del recente Piano di Sicurezza Binazionale per il traforo del Tenda siglato dalla Prefettura di Cuneo e la Prefetture delle Alpi Marittime di Nizza (F).

Già negli anni passati vi sono state diverse esercitazioni congiunte con i colleghi d'oltralpe per mettere a punto una procedura d'intervento comune italo-francese al fine di una proficua collaborazione superarando le difficoltà di comunicazione e per affrontare in sicurezza un temibile intervento all'interno della galleria del Colle di Tenda, considerata una delle più rischiose in Europa.

La costruzione del traforo, infatti, risale al 1882 e da allora ha subito ben poche modifiche. La larghezza è di poco superiore ai 6 metri e l'altezza massima per i mezzi in transito è di 3,9 metri. La lunghezza complessiva è di circa 3 km, di cui 1,7 in territorio italiano e 1,4 in ambito francese. Solamente negli ultimi anni è stato oggetto di varie migliorie che hanno introdotto un impianto di spegnimento ad idranti, un sistema di rilevazione della temperatura, rilevatori di ossido di carbonio e opacità dei fumi collegati al sistema di ventilazione forzata ed un impianto di video sorveglianza a circuito chiuso che permettono di monitorare dall'esterno la condizioni interne alla galleria. Recentemente è stato introdotto anche un sistema che consente ai soccorritori le comunicazioni radio all'interno della galleria.

L'esercitazione è iniziata alle ore 22.50 con l'azionamento da parte di uno degli occupanti delle autovetture di uno dei pulsanti di allarme dislocati in vari punti all'interno della galleria, che ha immediatamente allertato, tramite un combinatore telefonico i servizi di soccorso francesi ed italiani.

La simulazione si è svolta in modo regolare ed in perfetta sintonia con i servizi di soccorso d'oltralpe, permettendo una rapida estinzione dell'incendio e l'estricazione dei feriti dalle auto incidentate.

Il bilancio delle vittime è stato di un deceduto, 4 persone politraumatizzate e 5 feriti lievi, tutto ovviamente egregiamente simulato da personale volontario.

Tutti gli enti di soccorso interessati, italiani e francesi, si ritroveranno a breve per analizzare gli esiti dell'esercitazione e valutare le procedure contenute nel piano di sicurezza binazionale.

  

     

Copyright 2009 Dipartimento dei Vigili del Fuoco -