Segui @emergenzavvf

Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco - Dipartimento dei Vigili del Fuoco del soccorso pubblico e della difesa civile

Sei in: Home > Notiziario > Notizia

pubblicato il 18 ottobre 2021  

Giuramento del novantesimo corso allievi Vigili del fuoco

Approfondimenti

...

Nella mattinata del 18 ottobre, i 488 allievi del 90° corso hanno giurato fedeltà alla Repubblica Italiana, entrando così a far parte del Corpo Nazionale.

Una cerimonia particolare per gli allievi che, nel rispetto delle misure per il contrasto al virus SARS-CoV 2, hanno giurato insieme in collegamento video-streaming dai poli didattici del territorio. Nelle Scuole Centrali Antincendio di Roma Capannelle, in collegamento streaming dal Viminale con il Ministro dell’Interno Luciana Lamorgese, e davanti al sottosegretario Carlo Sibilia, al capo dipartimento Laura Lega, al capo del Corpo Guido Parisi, erano presenti i 43 allievi del polo Lazio.

Il ministro, nel suo saluto, ha ricordato che il lavoro dei Vigili del fuoco è fatto sia di tecnica e di professionalità che di grande umanità e solidarietà. Sottolineando che la formazione non è solo saper fare, ma saper essere, nel rispetto degli obblighi che implica indossare una divisa. “Le Scuole Centrali Anticendi non formano solo servitori del bene pubblico ma trasmettono quella vicinanza empatica con i cittadini in difficoltà, fondamentale in ogni soccorso. I Vigili del fuoco sono presenti, con impegno generoso e infaticabile in ogni tipo di emergenza: nei terremoti, nelle alluvioni, negli incendi, anche durante la pandemia hanno fatto sentire la loro vicinanza alla popolazione”.

Il Capo dipartimento nel complimentarsi con i neo Vigili del fuoco ha sottolineato che indossare la divisa significa essere responsabili, poiché è uno dei segni distintivi di chi ha scelto di servire lo Stato. La divisa dei Vigili del fuoco, ha continuato il prefetto Lega, è inoltre sinonimo di coraggio, professionalità e umanità. "Le Scuole Centrali Antincendio hanno, da 80 anni, il delicato compito di formare gli allievi a quella che è la capacità di affrontare le sfide che si troveranno di fronte nell’esercizio della professione. Oltre alla tecnica qui si apprende un sistema valoriale che deve essere tradotto nel quotidiano con generosità; rispondendo con entusiasmo alle richieste di aiuto dei cittadini”. Il capo dipartimento ha voluto poi ricordare i caduti del Corpo, esprimendo la vicinanza alle loro famiglie.

Il Capo del Corpo Nazionale, ha evidenziato che indossare la divisa significa avere un alto senso di responsabilità e del rispetto delle regole che equivale a privilegiare il bene comune. Rivolgendosi agli allievi, ha sottolineato "da domani sarete protagonisti di una fase nuova, fareste soccorso, quello vero, e troverete un mondo che ha bisogno del vostro aiuto” ed ha aggiunto: “sappiate combattere l’incertezza di questo periodo forti del fatto che la nostra divisa rappresenta, da sempre, impegno, coraggio e abnegazione”. L'ing. Parisi ha terminato il suo intervento augurando agli allievi di diventare appassionati interpreti dei valori del Corpo Nazionale.

Al termine degli interventi, il Direttore Centrale per la Formazione, Gaetano Vallefuoco, ha letto la formula del giuramento a cui hanno risposto all’unisono, da tutt’Italia, i neovigili.

 

  

     

Copyright 2009 Dipartimento dei Vigili del Fuoco -