Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco - Dipartimento dei Vigili del Fuoco del soccorso pubblico e della difesa civile

Sei in: Home > Notiziario > Notizia

pubblicato il 6 luglio 2009  

L'Aquila: emergenza terremoto, gli interventi

...

Continuano le attività di coordinamento della Direzione Regionale VV.F. Abruzzo (Comandi Provinciali VV.F. e Campi base) e della Di.Coma.C. (Direzione Comando Controllo) istituita presso la Scuola della Guardia di Finanza dell'Aquila. English Version

La Direzione Regionale VV.F. Abruzzo dal 6 aprile coordina le attività che vengono svolte dai 3 campi base e dai Comandi Provinciali VV.F. della Regione.

La riunione quotidiana delle ore 17.00, a cui partecipano i responsabili di ogni singolo campo base e i responsabili dei Comandi Provinciali, costituisce un momento di discussione per fare il punto su ciò che è stato fatto (vengono affrontate le criticità e i problemi che si sono evidenziati nella giornata) oltre che per programmare il lavoro da svolgere nei giorni successivi.

In questo modo i vigili del fuoco impegnati nel terremoto riescono a operare con indirizzi certi, chiari e condivisi tra tutte le forze in campo.

Queste riunioni hanno tra l'altro prodotto la standardizzazione delle procedure operative per gli interventi di messa in sicurezza degli edifici danneggiati dal sisma, per le demolizioni urgenti di fabbricati non più recuperabili.

I Vigili del Fuoco provenienti dai Comandi Provinciali sono allocati presso i campi base distribuiti sui Comuni interessati dal sisma (vedi allegati).

Proseguono comunque gli interventi finalizzati all'assistenza della popolazione per il recupero dei beni personali, alla messa in sicurezza degli edifici e delle infrastrutture, al ripristino della viabilità dei centri interessati dai crolli ed alla collaborazione con le sovraintendenze per i beni architettonici e monumentali per la stabilizzazione e messa in sicurezza di edifici pregevoli per arte e storia (chiese, campanili, monumenti) ed il recupero, trasporto e messa in sicurezza di beni artisitici mobili.

Le squadre dei Vigili del fuoco sono impegnate anche nel puntellamento delle strutture pericolanti, nella ricognizione delle abitazioni lesionate e danneggiate, nel recupero di masserizie e nell'assistenza in generale degli sfollati.

In particolare per le esigenze connesse alle verifiche di stabilità e al censimento dei danni operano 100 ingegneri del Corpo Nazionale nell'ambito delle commissioni miste insieme a tecnici degli enti locali e delle università che hanno effettuato oltre 26.000 sopralluoghi.

Presente una unità di crisi per il servizio sanitario VV.F. con medici ed operatori dei vigili del fuoco in possesso del TPSS (Tecniche di Primo Soccorso Sanitario).

Gli interventi complessivamente effettuati sono 203.352.

Alcuni degli interventi più significativi sono stati filmati e sono disponibili nella sezione multimediale.

  

     

Copyright 2009 Dipartimento dei Vigili del Fuoco -