Segui @emergenzavvf

Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco - Dipartimento dei Vigili del Fuoco del soccorso pubblico e della difesa civile

Sei in: Home > Informazioni sulla sicurezza > La segnaletica di sicurezza > Bombole

Bombole


Con i Decreti del 7 gennaio 1999 (Codificazione del colore per l'identificazione delle bombole per gas trasportabili) e del 14 ottobre 1999 (Nuova colorazione delle bombole destinate a contenere gas per uso medicale elencati nella Farmacopea ufficiale italiana) il Ministero dei Trasporti e della Navigazione, ravvisata l'opportunità di armonizzare le colorazioni distintive per l'identificazione delle bombole tra i vari Paesi della Comunita' europea, sia ai fini della sicurezza sia allo scopo di agevolare la libera circolazione delle merci, ha disposto l'applicazione della norma UNI EN 1089-3.
Tale norma non viene applicata agli estintori e alle bombole GPL

Disegno che raffigura la struttura di una bombola; essa è composta, a partire dall'alto, da: un cappellotto che racchiude la valvola di erogazione, una valvola, un collare filettato, un'ogiva, un corpo cilindrico, un fondo e un piede d'appoggio

Le bombole sono essenzialmente costituite da:

  1. un cappellotto che racchiude la valvola di erogazione
  2. una valvola
  3. un collare filettato
  4. un'ogiva
  5. un corpo cilindrico
  6. un fondo
  7. un piede d'appoggio

La funzione del cappellotto è quella di proteggere la valvola di erogazione, che è il punto più debole della bombola, da rotture in caso di ribaltamenti o urti accidentali.

Il contenuto della bombola si identifica in due modi:

  • dal colore dell'ogiva che identifica il rischio principale associato al gas;
  • dall'etichettatura dove è scritto il nome del gas.

Colorazione dell'ogiva

La colorazione distintiva dovrà essere applicata sull'ogiva della bombola, che dovrà essere verniciata con i colori di identificazione e l'eventuale lettera "N", come dettagliatamente specificato sulla norma UNI EN 1089 - 3 dell'ottobre 1997.
Il colore dell'ogiva, in generale, identifica il rischio principale associato al gas, e non il gas stesso, solo per i gas più comuni sono previsti colori specifici.
Il corpo cilindrico delle bombole non è interessato alla codifica e può essere colorato per altri scopi, purché non comporti il pericolo di errore e interpretazioni del rischio associato al colore dell'ogiva.
Tuttavia sono fatte salve le disposizioni del decreto ministeriale 3 gennaio 1990, relativo alle bombole per uso medicale.

Colorazione delle ogive delle bombole di gas più comuni
Gas con colorazione individuale e Formula chimicaVecchia colorazioneNuova colorazioneNumero RAL della nuova colorazione
Acetilene (C2H2)Disegno di un'ogiva di colore arancioneOgiva ArancioneDisegno di un'ogiva di colore marrone rossiccio con una lettera N vernicitata sopraOgiva Marrone rossiccio3009
Ammoniaca (NH3)Disegno di un'ogiva di colore verdeOgiva VerdeDisegno di un'ogiva di colore giallo con una lettera N vernicitata sopraOgiva Giallo1018
Argon (Ar)Disegno di un'ogiva di colore amarantoOgiva AmarantoDisegno di un'ogiva di colore verde scuro con una lettera N vernicitata sopraOgiva Verde scuro6001
Azoto (N2)Disegno di un'ogiva di colore neroOgiva NeroDisegno di un'ogiva di colore neroOgiva Nero9005
Biossido di Carbonio (CO2)Disegno di un'ogiva di colore grigio chiaroOgiva Grigio chiaroDisegno di un'ogiva di colore grigio con una lettera N vernicitata sopraOgiva Grigio7037
Cloro (Cl2)Disegno di un'ogiva di colore gialloOgiva GialloDisegno di un'ogiva di colore gialloOgiva Giallo1018
Elio (He)Disegno di un'ogiva di colore marroneOgiva MarroneDisegno di un'ogiva di colore marroneOgiva Marrone8008
Idrogeno (H2)Disegno di un'ogiva di colore rossoOgiva RossoDisegno di un'ogiva di colore rossoOgiva Rosso3000
Ossigeno (O2)Disegno di un'ogiva di colore biancoOgiva BiancoDisegno di un'ogiva di colore biancoOgiva Bianco9010
Protossido d'Azoto (N2O)Disegno di un'ogiva di colore bluOgiva BluDisegno di un'ogiva di colore bluOgiva Blu5010
Colorazione delle ogive delle bombole degli altri gas e miscele con colorazione per gruppo di pericolo
Altri gas e miscele con colorazione per gruppo di pericoloVecchia colorazioneNuova colorazioneNumero RAL della nuova colorazione
InertiDisegno di un'ogiva di colore alluminioOgiva AlluminioDisegno di un'ogiva di colore verde brillante con una lettera N vernicitata sopraOgiva Verde brillante6018
InfiammabiliDisegno di un'ogiva di colore alluminioOgiva AlluminioDisegno di un'ogiva di colore rosso con una lettera N vernicitata sopraOgiva Rosso3000
OssidantiDisegno di un'ogiva di colore alluminioOgiva AlluminioDisegno di un'ogiva di coloreblu chiaro con una lettera N vernicitata sopraOgiva Blu chiaro5012
Tossici e/o corrosiviDisegno di un'ogiva di colore gialloOgiva GialloDisegno di un'ogiva di colore gialloOgiva Giallo1018
Tossici e infiammabiliDisegno di un'ogiva di colore gialloOgiva GialloDisegno di un'ogiva di colore giallo e rosso con una lettera N vernicitata sopraOgiva Giallo e rosso1018 e 3000
Tossici e ossidantiDisegno di un'ogiva di colore gialloOgiva GialloDisegno di un'ogiva di colore giallo e blu chiaro con una lettera N vernicitata sopraOgiva Giallo e blu chiaro1018 e 5012
Aria industrialeDisegno di un'ogiva di colore bianco e neroOgiva Bianco e neroDisegno di un'ogiva di colore verde brillante con una lettera N vernicitata sopraOgiva Verde brillante6018
Colorazione delle ogive delle bombole delle miscele ad uso respiratorio
Miscele ad uso respiratorioVecchia colorazioneNuova colorazioneNumero RAL della nuova colorazione
Aria respirabileDisegno di un'ogiva di colore bianco e neroOgiva Bianco e neroDisegno di un'ogiva di colore bianco e nero con una lettera N vernicitata sopraOgiva Bianco e nero9010 e 9005
Miscele Elio-OssigenoDisegno di un'ogiva di colore alluminioOgiva AlluminioDisegno di un'ogiva di colore bianco e marrone con una lettera N vernicitata sopraOgiva Bianco e marrone9010 e 8008

Gas e miscele medicinali

Al fine di consentire una facile identificazione di tutte le bombole destinate a contenere i gas medicinali elencati nella Farmacopea ufficiale italiana, la parte cilindrica di tali bombole deve essere verniciata di bianco (RAL 9010) come stabilito dal D.M. del Ministero della Salute del 4 agosto 2000, ferma restando la colorazione distintiva delle ogive prescritta dal decreto del Ministro dei trasporti e della navigazione in data 7 gennaio 1999.

Colorazione delle ogive delle bombole dei gas medicinali nomenclatura F.U.
I gas medicinali nomenclatura F.U.Vecchia colorazioneNuova colorazioneNumero RAL della nuova colorazione
Ossigeno (O2)Disegno di un'ogiva di colore bianco ed il corpo verdeOgiva Bianco e Corpo VerdeDisegno di un'ogiva di colore bianco ed il corpo bianco con una lettera N vernicitata sopraOgiva Bianco e Corpo Bianco9010 e 9010
Protossido d'azoto (N2O)Disegno di un'ogiva di colore blu ed il corpo verdeOgiva Blu e Corpo VerdeDisegno di un'ogiva di colore blu ed il corpo bianco con una lettera N vernicitata sopraOgiva Blu e Corpo Bianco5010 e 9010
Biossido di carbonio (CO2)Disegno di un'ogiva di colore grigioOgiva GrigioDisegno di un'ogiva di colore grigio ed il corpo bianco con una lettera N vernicitata sopraOgiva Grigio e Corpo Bianco7037 e 9010
Azoto (N2)Disegno di un'ogiva di colore nero ed il corpo grigio scuroOgiva Nero e Corpo Grigio scuroDisegno di un'ogiva di colore nero ed il corpo bianco con una lettera N vernicitata sopraOgiva Nero e Corpo Bianco9005 e 9010
Aria MedicaleDisegno di un'ogiva di colore bianco e neroOgiva Bianco e NeroDisegno di un'ogiva di colore bianco e nero ed il corpo bianco con una lettera N vernicitata sopraOgiva Bianco e Nero e Corpo Bianco9010-9005 e 9010
Aria Sintetica 20%<O2<23,5%Disegno di un'ogiva di colore bianco e neroOgiva Bianco e NeroDisegno di un'ogiva di colore bianco e nero ed il corpo bianco con una lettera N vernicitata sopraOgiva Bianco e Nero e Corpo Bianco9010-9005 e 9010
Colorazione delle ogive delle bombole delle miscele di gas medicinali F.U. maggiormente utilizzate
Miscele di gas medicinali F.U. maggiormente utilizzateVecchia colorazioneNuova colorazioneNumero RAL della nuova colorazione
Ossigeno (O2) + Azoto (N2) contenuto di Ossigeno (O2)<20%Disegno di un'ogiva di colore alluminio ed il corpo alluminioOgiva Alluminio e Corpo AlluminioDisegno di un'ogiva di colore verde brillante ed il corpo bianco con una lettera N vernicitata sopraOgiva Verde brillante e Corpo Bianco6018 e 9010
Ossigeno (O2) + Azoto (N2) contenuto di Ossigeno (O2)>23,5%Disegno di un'ogiva di colore alluminio ed il corpo alluminioOgiva Alluminio e Corpo AlluminioDisegno di un'ogiva di colore blu chiaro ed il corpo bianco con una lettera N vernicitata sopraOgiva Blu chiaro e Corpo Bianco5012 e 9010
Ossigeno (O2) + Protossido d'azoto (N2O)Disegno di un'ogiva di colore alluminio ed il corpo alluminioOgiva Alluminio e Corpo AlluminioDisegno di un'ogiva di colore bianco e blu ed il corpo bianco con una lettera N vernicitata sopraOgiva Bianco e Blu e Corpo Bianco9010-5010 e 9010
Ossigeno (O2) + Biossido di Carbonio (C2O2)Disegno di un'ogiva di colore alluminio ed il corpo alluminioOgiva Alluminio e Corpo AlluminioDisegno di un'ogiva di colore bianco e blu ed il corpo bianco con una lettera N vernicitata sopraOgiva Bianco e Grigio e Corpo Bianco9010-7037 e 9010

Altre miscele

Devono essere identificate da una codifica di colori sull'ogiva che indica le proprietà del contenuto secondo l'ordine decrescente di rischio così indicato:
RischioNuova colorazioneNumero RAL della nuova colorazione
Tossico e/o corrosivoDisegno di un'ogiva di colore giallo con una lettera N vernicitata sopraOgiva Giallo1018
InfiammabileDisegno di un'ogiva di colore rosso con una lettera N vernicitata sopraOgiva Rosso3000
OssidanteDisegno di un'ogiva di coloreblu chiaro con una lettera N vernicitata sopraOgiva Blu chiaro5012
InerteDisegno di un'ogiva di colore verde brillante con una lettera N vernicitata sopraOgiva Verde brillante6018

Etichettatura

Disegno che raffigura l'etichetta posta sulle bombole dove sono indicati il numero ONU, la denominazione del gas, la composizione del gas o della miscela, le generalità produttore o primo importatore, i simboli di pericolo, le frasi di rischio, i consigli di prudenzae il numero CE della sostanza contenuta

Legenda:

  1. numero ONU e denominazione del gas;
  2. composizione del gas o della miscela;
  3. generalità produttore o primo importatore;
  4. simboli di pericolo;
  5. frasi di rischio;
  6. consigli di prudenza;
  7. numero CE della sostanza contenuta.



Copyright 2009 Dipartimento dei Vigili del Fuoco -