Segui @emergenzavvf

Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco - Dipartimento dei Vigili del Fuoco del soccorso pubblico e della difesa civile

Sei in: Home > Emergenza e soccorso > Interventi passati > Maggiore entità > 2009 - Alluvione di Messina

2009 - Alluvione di Messina

Dall'archivio


Il ottobre 2009 piogge torrenziali colpiscono la Sicilia orientale per tutta la notte, fino al mattno. Il nubifragio provoca lo straripamento dei corsi d'acqua e diversi eventi franosi, a cui seguì lo scivolamento a valle di colate di fango e detriti.

Particolarmente colpiti i i paesi di Giampilieri, Molino, Altolia Briga, Pezzolo, Santa Marina e nei Comuni di Scaletta Zanclea e Itala, dove colate di fango bloccarono il sistema viario e isolarono Scaletta Zanclea.

L'alluvione provoca 37 vittime. Oltre duemila le persone evacuate.

Dall'inizio del nubifragio, furono impiegate in media 415 unità dei Vigili del Fuoco al giorno, coinvolgendo un totale di 1.623 uomini provenienti dalla Basilicata, dalla Calabria, dalla Campania, dal Lazio, dalla Liguria, dal Piemonte, dalla Puglia e dalla Toscana.

Furono utilizzati 170 mezzi, tra cui 4 elicotteri, 1 motobarca e 3 gommoni per le ricerche a mare ed il trasporto di personale.

Gli elicotteri, con personale aereosoccorritore, consentirono di raggiungere le frazioni isolate di Molina e Altolia per portare soccorso medico alla popolazione ed effettuare il trasporto di portatori di handicap e traumatizzati.


Copyright 2009 Dipartimento dei Vigili del Fuoco -