Ufficio per le AttivitÓ Sportive


Sei in: Home > Notiziario > Dettaglio della notizia



pubblicato il 9 aprile 2018 

Verona, gli atleti delle Fiamme Rosse chiudono con un oro ed un bronzo i Campionati Mondiali di Scherma Cadetti e Giovani.

...

Venerdì 6 aprile, nell'ultima giornata dedicata alle gare di sciabola dei Campionati Mondiali Cadetti e Giovani di scherma, che si sono svolti a Verona dal 3 all'8, il V.F. Alberto Arpino ed il V.F. Lucia Lucarini, del G.S. VV.F. Fiamme Rosse,  conquistano rispettivamente la medaglia d'oro e quella di bronzo nella prova a squadre maschile e femminile della sciabola.

Alberto, già bronzo individuale ai campionati europei di Sochi (RUS) dello scorso mese di marzo, traghetta la squadra italiana in finale contro la favoritissima Russia dopo l'infortunio accorso a Matteo Neri nel match degli ottavi contro il Canada. La squadra italiana, infatti, superato il Portorico ai sedicesimi, deve rinunciare a Neri, bronzo iridato nella prova individuale, nel corso della gara con il Canada, poi superata per 45-32. Pur senza il forte atleta del centro sportivo Carabinieri, l'Italia, grazie all'ottima prestazione dell'atleta dei Vigili del Fuoco, riesce ad imporsi prima ai quarti contro la Polonia per 45-25, e successivamente, in semifinale sugli Stati Uniti per 45-39.

In finale, la Russia, portatasi fin da subito in vantaggio, arriva all'ultimo assalto sul 40-35, avanti di 5 punti. Il Ct azzurro, Giovanni Sirovich, allora decide di giocarsi il tutto per tutto e fa scendere in pedana Neri, parzialmente recuperato dall'infortunio. Contro l'oro iridato Konstantin Lokhanov  l'azzurro compie una prova magistrale e, imponendo al russo un parziale di 10-4, regala all'Italia la medaglia d'oro per 45-44.

Al femminile, invece,  la Lucarini, bronzo iridato nella prova individuale, insieme a  Beatrice Dalla Vecchia, Giulia Arpino e Claudia Rotili, dopo aver sconfitto l'Ucraina per 45-17 e poi la Bulgaria per 45-29, viene  fermata in semifinale dagli Stati Uniti per 45-41. Riesce però a portare a casa un altro bronzo mondiale superando nella finale per il terzo posto la Corea del Sud per 45-34.

Si chiude così nel migliore dei modi l'avventura mondiale per gli atleti delle Fiamme Rosse che già dal mese prossimo torneranno in pedana per le prove di Coppa del Mondo Giovani e per la finale dei Campionati Italiani U20.