Comando Provinciale Vigili del FuocoComando Provinciale Vigili del Fuoco Ufficio per le Attività Sportive


Sei in: Home > Informazioni > Il ruolo ginnico - sportivo



Il ruolo ginnico - sportivo


IngleseFranceseSpagnoloTedescoPortogheseRusso

L’istituzione di uno specifico “ruolo ginnico sportivo” nell’ambito del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco è stata realizzata con la Legge n° 996 dell’08/12/1970 (“Norme sul soccorso e l'assistenza alle popolazioni colpite da calamità. Protezione civile”), con la quale vennero previsti un posto da Direttore Ginnico Sportivo e 4 posti da Ispettore Ginnico Sportivo. Per l’accesso a tale ruolo il titolo di studio richiesto era il Diploma rilasciato dagli Istituti Superiori di Educazione Fisica (ISEF). Con la Legge n° 66 del 4 marzo 1982 (“Aumento degli organici e norme integrative dell'ordinamento del Corpo nazionale dei vigili del fuoco”), venne istituito un posto da Primo Dirigente Ginnico Sportivo e ne venne contestualmente diminuito uno nella qualifica iniziale della carriera direttiva: con l’entrata in vigore di tale legge, la dotazione organica dei dirigenti e direttivi ginnico-sportivi risultò essere la seguente:

DOTAZIONE ORGANICA AI SENSI DELLA LEGGE 66/1982
RUOLO DEI DIRIGENTI GINNICO-SPORTIVI

2

QUALIFICHE

Dirigente Superiore ginnico-sportivo

1

Primo Dirigente ginnico-sportivo

1

RUOLO DEI DIRETTIVI GINNICO-SPORTIVI

3

QUALIFICHE

Ispettore ginnico-sportivo - Coordinatore

3

Ispettore ginnico-sportivo - Direttore

Ispettore ginnico-sportivo

Con il Decreto Legislativo n° 217 del 13/10/2005 - che ha disciplinato il nuovo ordinamento del personale del Corpo Nazionale dei Vigile del Fuoco – sono state stabilite la dotazione organica dei ruoli del Corpo (tabella A), i titoli di studi necessari per accedere al ruolo dei direttivi ginnico-sportivi (LM47 - Classe delle Lauree Magistrali in Organizzazione e gestione dei servizi per lo sport e le attività motorie; LM67 - Classe delle Lauree Magistrali in Scienze e tecniche delle Attività Motorie Preventive e Adattate; LM68 - Classe delle Lauree Magistrali in Scienze e Tecniche dello Sport) e le competenze del ruolo dei dirigenti e direttivi ginnico-sportivi (artt. 59/67).

La dotazione organica prevista è di 13 unità, come si evince dalla seguente tabella, estrapolata dalla citata tabella A del D. Lgs. 217/2005:

DOTAZIONE ORGANICA PREVISTA DAL D. Lgs. 217/2005
RUOLO DEI DIRIGENTI GINNICO-SPORTIVI

2

QUALIFICHE

Dirigente Superiore ginnico-sportivo

1

Primo Dirigente ginnico-sportivo

1

RUOLO DEI DIRETTIVI GINNICO-SPORTIVI

11

QUALIFICHE

Direttore ginnico-sportivo vicedirigente

11

Direttore ginnico-sportivo

Vice Direttore ginnico-sportivo

 
In prima applicazione, lo stesso Decreto, all'art. 158 (Concorsi straordinari), ha previsto un concorso straordinario per esami e titoli a 8 posti per l'accesso alla qualifica di Vice Direttore ginnico-sportivo, riservato al personale dei ruoli tecnico-operativi del Corpo Nazionale dei vigili del fuoco, in possesso del titolo di studio prescritto dall'articolo 62, comma 1, lettera d) (laurea magistrale in scienze motorie o sportive, fatta salva l'eventuale diversa denominazione in sede di applicazione del regolamento concernente l'autonomia didattica degli atenei adottato con decreto del Ministro dell'istruzione, dell'università e della ricerca 22 ottobre 2004, n. 270, in attuazione dell'articolo 17, comma 95, della legge 15 maggio 1997, n. 127), e di una anzianità di servizio di almeno sette anni.
Per la copertura di questi posti, sono stati osservati il Regolamento recante «Modalità di accesso attraverso concorso pubblico alla qualifica iniziale del ruolo dei direttivi ginnico-sportivi del Corpo nazionale dei vigili del fuoco, ai sensi dell'articolo 62 del decreto legislativo 13 ottobre 2005, n. 217») e il Regolamento recante «Norme per l'individuazione dei limiti di età per l'ammissione ai concorsi pubblici di accesso ai ruoli del personale del Corpo nazionale dei vigili del fuoco. Articoli 5, 22, 41, 53, 62, 88, 98, 109, 119, e 126 del decreto legislativo 13 ottobre 2005, n. 217».

Al termine delle procedure concorsuali di cui sopra, pertanto, il personale dirigente e direttivo del ruolo ginnico sportivo in servizio risulta così assegnato:
  • 3 unità all' Area Formazione Motoria Professionale;
  • 5 unità alle Direzioni Regionali VV.F. di Calabria, Emilia-Romagna, Lombardia, Piemonte e Sicilia;
  • 2 unità presso le Direzioni Regionali VV.F. di Marche (Ancona) e Campania (Napoli), che risultarono essere vacanti.

Nelle Direzioni Regionali VV.F. in cui la figura del direttore ginnico sportivo non è presente, perché non previsto (Abruzzo, Basilicata, Friuli Venezia-Giulia, Lazio, Liguria, Molise, Puglia, Sardegna, Toscana, Umbria, Veneto e Trentino Alto-Adige) o perché non ancora assegnato (Campania e Marche), ed in attesa di un auspicabile aumento dell'organico, sono stati nominati dei referenti regionali per le attività sportive.

 
Nel 2015, l’articolo 2 del Decreto Ministeriale n° 2394 del 31/07/2015 ha ridefinito la ripartizione organica del personale del Corpo Nazionale dei Vigile del Fuoco; pertanto, allo stato attuale - fermo restando il numero complessivo di 13 unità previsto dal citato D. Lgs. 217/2005 - la distribuzione sul territorio del personale dirigente e direttivo del ruolo ginnico sportivo è la seguente:

Per visualizzare l'elenco dei dirigenti degli Uffici Ginnico sportivi dal 1942 a tutt'oggi, clicca qui.