Comando Provinciale Vigili del FuocoComando Provinciale Vigili del Fuoco Ascoli Piceno


Sei in: Home > Servizi al cittadino - > Vigilanza antincendio



 

Vigilanza Antincendio

(Tel. ufficio 0736 353207)

 

 

 

 

Scarica il modello:

Modello di domanda Servizi di Vigilanza

Dichiarazione di assolvimento dell'imposta di bollo (se inviata telematicamente)

 

Servizi di Vigilanza antincendio-Normativa: Principali norme sui servizi di vigilanza antincendio.

 

 

Modalità per la richiesta del servizio di vigilanza antincendio

La richiesta del servizio di vigilanza deve pervenire con almeno 5 giorni di anticipo rispetto alla manifestazione, come previsto dall'art. 8 del DM n. 261 del 22/2/1996, utilizzando l'apposito modulo di domanda (in bollo da euro 16,00 ove richiesto), scaricabile in questa pagina.

Ai fini dell'accoglimento della domanda dovrà essere acquisito preventivamente l'attestato di versamento ai sensi della D.Lgs n. 139/2006, che dovrà essere effettuato a mezzo di c/c postale n. 12465639 intestato alla Tesoreria Provinciale dello Stato, Sezione di Ascoli Piceno, con la causale "Servizi di Vigilanza antincendio" (indicare gli estremi della manifestazione in oggetto).

In alternativa al bollettino di c/c postale, il pagamento potrà essere effettuato anche tramite bonifico bancario alle seguenti coordinate IBAN: IT53 N 07601 13500 000012465639 (comunicare il CRO).

L'importo deve essere calcolato sulla base delle tariffe vigenti (DM 2/3/2012) e della presunta durata del servizio, incrementata dei tempi relativi alle verifiche di sicurezza preventive e successive del locale.

In caso di annullamento o di variazione del servizio richiesto, dovrà essere data comunicazione a questo Comando in tempo utile, per consentire l'annullamento del servizio; in caso contrario non sarà possibile la restituzione dell'importo versato.

 

Prontuario Vigilanza Antincendi.AP: Prontuario per il personale operativo del Comando di Ascoli Piceno incaricato di effettuare i servizi di vigilanza antincendi presso i locali di pubblico spettacolo nel territorio di competenza provinciale.

 

COSTO DEI SERVIZI EFFETTUATI DAL COMANDO DI ASCOLI PICENO

Si elencano di seguito le principali tipologie di servizio svolte nelle province di Ascoli Piceno e Fermo, facendo presente che gli importi potranno subire, in alcuni casi, lievi variazioni dovute alla presenza nell’ambito delle squadre, di personale di ruoli diversi secondo le tariffe di cui al DM 2/3/2012.

 

Teatro Ventidio Basso di Ascoli Piceno e Teatro dell'Aquila di Fermo:

n. 2 CR/CS:                  2 x euro 25,00 =     euro 50,00

n. 4 VP:                        4 x euro 23,00 =     euro 92,00

n. 2 AV:                        2 x euro   7,00 =     euro 14,00

                                                  Tot:         euro 156,00      à Durata 3 ore: euro 468,00

Stadio "Del Duca" di Ascoli Piceno:

n. 1 IA/SDA:                 1 x euro 27,00 =     euro 27,00

n. 2 CR/CS:                  2 x euro 25,00 =     euro 50,00

n. 5 VP:                        5 x euro 23,00 =     euro 115,00

n. 1 APS grande:         1 x euro 80,00 =     euro 80,00

n. 1 AV:                       1 x euro   7,00 =       euro 7,00

                                                  Tot:          euro 279,00      à Durata 4 ore: euro 1116,00

Stadio "Riviera delle Palme" di San Benedetto del Tronto:

n. 1 IA/SDA:                 1 x euro 27,00 =     euro 27,00

n. 1 CR/CS:                  1 x euro 25,00 =     euro 25,00

n. 4 VP:                        4 x euro 23,00 =     euro 92,00

n. 1 APS picc.:             1 x euro 55,00 =     euro 55,00

n. 1 AV:                       1 x euro   7,00 =       euro 7,00

                                                  Tot:          euro 206,00      à Durata 4 ore: euro 824,00

Multisala "Palariviera" di San Benedetto del Tronto:

n. 1 CR/CS:                  1 x euro 25,00 =     euro 25,00

n. 3 VP:                        3 x euro 23,00 =     euro 69,00

n. 1 AV:                       1 x euro 7,00 =         euro 7,00

                                                  Tot:          euro 101,00      à Durata 3 ore: euro 303,00

Locali al chiuso, in occasione di mostre, gallerie, esposizioni (di superficie compresa fra 6.000 e 8.000 m2, dotati di impianto idrico antincendio):

n. 1 CR/CS:                  1 x euro 25,00 =     euro 25,00

n. 3 VP:                        3 x euro 23,00 =     euro 69,00

n. 1 AV:                       1 x euro 7,00 =         euro 7,00

                                                  Tot:          euro 101,00      à Durata 3 ore: euro 303,00

Spettacoli occasionali in luoghi all'aperto (da 10.000 a 15.000 persone):

n. 1 CR/CS:                  1 x euro 25,00 =     euro 25,00

n. 4 VP:                        4 x euro 23,00 =     euro 92,00

n. 1 APS picc.:             1 x euro 55,00 =     euro 55,00

n. 1 AV:                       1 x euro   7,00 =       euro 7,00

                                                  Tot:          euro 179,00      à Durata 3 ore: euro 537,00

 

 

Allegato al DM n. 261 del 22/2/1996

ENTITÀ MINIMA DEI SERVIZI DI VIGILANZA

a) Circhi - teatri/tenda con capienza superiore a 500 posti:

2 unità fino a 1.000 posti da incrementare di 1 unità ogni ulteriori 500 posti o frazione;

Teatri e cinema-teatri al chiuso con capienza superiore a 500 posti [1]

Teatri all'aperto con capienza superiore a 2.000 posti [1]:

area platea: 1 unità fino a 1.000 da incrementare di 1 unità ogni ulteriori 500 posti o frazione;

area scena:   1 unità con palcoscenico fino a 200 mq; - 2 unità con palcoscenico oltre 200 mq e/o con palcoscenico dotato di impianti ed attrezzature a tecnologia complessa;

galleria:        1 unità per ogni galleria;

palchi:           1 unità ogni 3 ordini di palchi.

 

b) Teatri di posa per riprese cinematografiche e televisive con capienza superiore a 100 posti, quando è prevista la presenza di pubblico:

2 unità fino a 250 posti da incrementare di 1 unità ogni ulteriori 250 posti o frazione;

 

c) Sale pubbliche di audizione in cui si tengono conferenze concerti e simili con capienza superiore a 1.000 posti:

2 unità fino a 2.000 posti, da incrementare di 1 unità ogni ulteriori 1.000 posti o frazione;

 

d) Impianti per attività sportive all'aperto con capienza superiore a 10.000 posti, anche quando gli stessi vengono occasionalmente utilizzati per manifestazioni diverse da quelle sportive:

4 unità fino a 15.000 posti da incrementare di 1 unità ogni ulteriori 4.000 posti o frazione;

 

e) Impianti per attività sportive al chiuso con capienza superiore a 4.000 posti, anche quando gli stessi vengono occasionalmente utilizzati per manifestazioni diverse da quelle sportive:

4 unità fino a 5.000 posti da incrementare di 1 unità ogni ulteriori 1.500 posti o frazione;

 

f) Edifici, luoghi o locali posti al chiuso, ove si svolgono anche occasionalmente mostre, gallerie, esposizioni, con superficie lorda superiore a 2.000 mq:

2 unità fino a 4.000 mq da incrementare di 1 unità ogni ulteriori 2.000 mq;

Fiere e quartieri fieristici con superficie lorda superiore a 4.000 mq e 10.000 mq se all'aperto:

4 unità fino a 20.000 mq di area espositiva utilizzata, comprensiva degli spazi all'aperto, da incrementare di 1 unità ogni ulteriori 10.000 mq;

Oltre i 150.000 mq la commissione provinciale di vigilanza stabilirà l'entità del servizio in relazione ai padiglioni utilizzati;

 

g) Locali ove si svolgono trattenimenti danzanti con capienza superiore a 1.500 persone:

2 unità fino ad una capienza di 2.000 persone da incrementare di 1 unità ogni ulteriori 1.000 persone o frazione;

 

h) Luoghi o aree all'aperto, pubblici o aperti al pubblico ove occasionalmente si presentano spettacoli o trattenimenti con afflusso di oltre 10.000 persone

4 unità fino a 15.000 persone da incrementare di 1 unità ogni ulteriori 4.000 persone;

 

Nel caso in cui la commissione provinciale di vigilanza ritenga necessario disporre l'impiego di automezzi antincendio, il servizio dovrà essere potenziato con una unità di personale, con mansioni di autista, per ogni automezzo.

 

[1] Nel caso in cui tali strutture vengano utilizzate per conferenze, concerti e simili la commissione provinciale di vigilanza valuterà caso per caso l'entità minima del servizio.