Comando Provinciale Vigili del FuocoComando Provinciale Vigili del Fuoco Forli'-Cesena


Sei in: Home > Servizi al cittadino - > Prevenzione Incendi



PREVENZIONE INCENDI
Comando VVF Forlì-Cesena

Ultime norme di Prevenzione Incendi
 
F.A.Q.
Modulistica

 

 

  • Decreto del Ministero dell'Interno 1 luglio 2014, recante: "Regola tecnica di prevenzione incendi per la progettazione, costruzione ed esercizio delle attività di demolizioni di veicoli e simili, con relativi depositi, di superficie superiore a 3000 m²" (E' stato firmato ed è in corso di pubblicazione in gazzetta Ufficiale)

 

  • In linea la nuova modulistica di prevenzione incendi: Con decreto del Direttore Centrale per la Prevenzione e la Sicurezza Tecnica è stata modificata, ai sensi dell'articolo 11, comma 2, del decreto del Ministro dell'interno 7 agosto 2012, parte della modulistica relativa alla presentazione delle istanze, delle segnalazioni e delle dichiarazioni concernenti procedimenti di prevenzione incendi. I nuovi modelli, riportati in allegato al decreto DCPST n. 252 del 10 aprile 2014, entreranno in vigore il prossimo 1 maggio sostituendo, contestalmente, la corrispondente modulistica attualmente in uso.
     
  • Proroga del termine di adeguamento alle disposizioni di prevenzione incendi delle strutture ricettive turistico alberghiere con oltre 25 posti letto esistenti (art. 11 del decreto-legge N° 150/2013, convertito in legge 27 febbraio 2014 N° 15 - integrazione alla nota 2621 del 5/3/2014). Nota della Direzione Centrale per la Prevenzione e la Sicurezza Tecnica N° 5298 del 23/04/2014


 

 

 

 

  • Modifica al decreto 16 marzo 2012, piano straordinario biennale di adeguamento strutture ricettive e turistico-alberghiere. Il nuovo Decreto sostituisce il comma 6 dell' art.5 del DM 16.3.2012  relativamente alle misure integrative di gestione della sicurezza e, più in particolare, i requisiti degli addetti al servizio integrativo di sicurezza nelle strutture ricettive.

  • D.P.R. N° 151/11 - Regolamento di semplificazione prevenzione incendi - nuovi procedimenti e regime dell'imposta di bollo. Con nota del 19/4/2013, la Direzione Centrale per la Prevenzione e la Sicurezza Tecnica chiarisce, in seguito alle novità introdotte dal regolamento di semplificazione di cui al D.P.R. 151/2011 e riscontro da parte dell' Agenzia delle Entrate - Direzione Normativa -, l'applicazione del regime dell'imposta di bollo per le istanze di Prevenzione Incendi.
  • La Nuova Modulistica di Prevenzione Incendi: con decreto del Direttore Centrale per la Prevenzione e la Sicurezza Tecnica, DCPST n° 200 del 31.10.2012, è stata definita la nuova modulistica relativa alla presentazione delle istanze, delle segnalazioni e delle dichiarazioni concernenti i procedimenti di prevenzione incendi, così come previsto dall' articolo 11, comma 1, del decreto del Ministro dell'interno 7 agosto 2012. I 19 modelli, riportati in allegato al decreto, entrano in vigore dal 27 novembre e, contestualmente, tutta la modulistica attualmente in uso non sarà più utilizzabile. I file dei modelli sono resi disponibili nell'apposita sezione dedicata alla modulistica presente nella home page del sito istituzionale www.vigilfuoco.it al link http://www.vigilfuoco.it/aspx/Page.aspx?IdPage=737

  • Decreto del Ministro dell'Interno 7 agosto 2012, recante disposizioni relative alle modalità di presentazione delle instanze concernenti i procedimenti di prevenzione incendi e alla documentazione da allegare. IL 7 agosto 2012 è stato firmato dal Ministro dell'Interno il decreto, predisposto ai sensi dell'art. 2, comma 7, del decreto del Presidente della Repubblica 1° agosto 2011, n. 151 concernente la semplificazione della disciplina dei procedimenti relativi alla prevenzione incendi. Il decreto, pubblicato nella gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana n° 201 del 29 agosto 2012, entrerà in vigore il novantesimo giorno dalla data di pubblicazione. Il provvedimento sostituisce il decreto del Ministre dell'Interno 4 maggio 1998, recante "Disposizioni relative alle modalità di presentazione ed al contenuto delle domande per l'avvio di procedimenti di prevenzione incendi, nonchè all'uniformità dei connessi servizi resi dai Comandi provinciali dei Vigili del Fuoco" adottato ai sensi del precedente regolamento di prevenzione incendi di cui a D.P.R. n. 37 del 1998.
  • Chiarimenti art. 4 e 5 DPR 151/2011: sanzioni penali e controlli con esito negativo
  • DM 30-04-2012 - Apparecchi erogazione metano per autotrazione: norme prevenzione incendi. (G.U. 18 maggio 2012, n. 115)
  • Ministero dell'Interno, decreto 15 maggio 2012 - Differimento di termini per la presentazione della domanda di ammissione al piano straordinario di adeguamento antincendio per le strutture ricettive-alberghiere, con oltre venticinque posti letto
  • Pannelli Fatovoltaici:
  • Circolare del 24 aprile 2012 con oggetto "Decreto del Ministero dell'Interno del 16 marzo 2012, recante il piano straordinario biennale di adeguamento alle disposizioni di prevenzione incendi delle strutture ricettive turistiche - alberghiere. Primi indirizzi applicativi"
  • Pubblicato sulla gazzetta ufficiale n° 76 del 30-03-2012 il DECRETO 16 marzo 2012 relativo al Piano straordinario biennale adottato ai sensi dell'articolo 15, commi 7 e 8, del decreto-legge 29 dicembre 2011, n. 216, convertito, con modificazioni, della legge 24 febbraio 2012, n. 14, concernente l'adeguamento alle disposizioni di prevenzione incendi delle strutture ricettive turistico-alberghiere con oltre venticinque posti letto, esistenti alla data di entrata in vigore del decreto del Ministro dell'interno 9 aprile 1994, che non abbiano completato l'adeguamento alle suddette disposizioni di prevemzione incendi.
  • Pubblicato sulla gazzetta ufficiale n° 71 del 24/03/2012 il Decreto del Ministro dell'Interno 2 marzo 2012, adottato in concerto con il Ministro dell'economia e delle finanze e concernente l'aggiornamento delle tariffe dovute per i servizi a pagamento resi dal Corpo nazionale dei vigili del fuoco, ai sensi del D.Lgs. 139/2006
  • Proroga sulla sicurezza antincendio degli alberghi
    Con il provvedimento "milleproroghe" del  29 dicembre 2011 è stato prorogato al 31 marzo 2011 (ulteriormente prorogato al 31 dicembre 2012, se ammesse, a domanda, al piano straordinario biennale di adeguamento antincendio, approvato con decreto del Ministro dell¿interno, da adottarsi entro 60 giorni dalla data di entrata in vigore del presente decreto) l'obbligo di adeguare alle norme di prevenzione incendi gli alberghi e le altre strutture ricettive che rientrano nel campo di applicazione del decreto del 9 aprile 1994 (con oltre 25 posti letto).
  • Proroga per la sostituzione dei maniglioni antipanico
    Il giorno 24 dicembre 2011 è stato pubblicato il Decreto Ministeriale 6 dicembre 2011riguardante l'installazione e la manutenzione dei dispositivi per l'apertura delle porte installate lungo le vie di esodo.
    Il decreto proroga il termine per la sostituzione dei maniglioni antipanico al FEBBRAIO 2013
  • Palestre e centri sportivi: sopra i 200 m2 scattano gli obblighi di prevenzione incendi
    Con il nuovo regolamento di prevenzione incendi sono state incluse anche alcune attività sportive che non rientravano tra gli impianti sportivi. Infatti, il DPR 151/2011, nella tabella delle attività soggette agli obblighi include, al punto 65:
    Locali di spettacolo e di trattenimento in genere, impianti e centri sportivi, palestre, sia a carattere pubblico che privato, con capienza superiore a 100 persone, ovvero di superficie lorda in pianta al chiuso superiore a 200 m2 . Sono escluse le manifestazioni temporanee, di qualsiasi genere, che si effettuano  in locali o luoghi aperti al pubblico
  • SCIA: indirizzi applicativi del DPR 151
    Con la lettera del 21 ottobre 2011 "lettera circolare n. 13061 del 6 ottobre 2011", si è puntualizzato quanto indicato nella circolare del 6 ottobre, che ha dato i primi indirizzi applicativi sul DPR 151/2011. La nota del 21 ottobre  indica anche il metodo per il calcolo delle tariffe di alcuni servizi previsti dal nuovo regolamento in attesa dell'emanazione del decreto (previsto nel DPR 151) che allinea al nuovo regolamento le tariffe.
  • Edifici storici: cosa cambia con il DPR 151
    Il punto 72 del DPR 151/2011 prevede che ricadano nella categoria C (cioè, soggetti alla richiesta del parere sul progetto di prevenzione incendi, alla SCIA ed al sopralluogo obbligatorio per il rilascio del CPI) tutti gli edifici di carattere storico o artistico che ospitino attività quali: biblioteche, archivi, esposizioni, mostre o altre attività soggette ai controlli di prevenzione incendi.
    La nuova indicazione di cui all¿allegato Idel decreto, non contiene limiti inferiori di superficie. punto 72:
    Edifici sottoposti a tutela ai sensi del d.lgs. 22 gennaio 2004, n. 42, aperti al pubblico, destinati a contenere biblioteche ed archivi, musei, gallerie, esposizioni e mostre, nonché qualsiasi altra attività contenuta nel presente Allegato.
    Le norme di riferimento sono:
    Decreto Ministeriale n° 569 del 20/05/1992 "Regolamento contenente norme di sicurezza antincendio per gli edifici storici e artistici destinati a musei, gallerie, esposizioni e mostre";
    DPR 30 giugno 1995, n. 418 "Regolamento concernente norme di sicurezza antincendio per gli edifici di interesse storico-artistico destinati a biblioteche ed archivi"
  • I campeggi diventano attività soggette alla prevenzione incendi
    Con il DPR 151/11 anche i campeggi (di capacità superiore a 400 persone) diventano attività soggette all'obbligo di invio della SCIA. Infatti, alla voce 66 compare anche la seguente descrizione:
    Strutture turistico-ricettive nell'aria aperta (campeggi, villaggi-turistici, ecc.) con capacità ricettiva superiore a 400 persone.
    In particolare, queste strutture sono in categoria B, cioè devono chiedere l¿esame del progetto e poi presentare la SCIA. Pertanto, al momento ci troviamo nella seguente situazione:
    • Campeggi "nuovi". Per poter esercire, i campeggi  avviati dopo il 7 ottobre 2011 dovranno acquisire il parere favorevole sul progetto, e, prima dell'avvio,  presentare la SCIA. -segnalazione certificata di inizio attività;
    • Campeggi "esistenti". Entro un anno dal 7 ottobre 2011, i titolari di un campeggio esistente al 22 settembre 2011 devono completare le procedure che portano alla regolarizzazione dell'attività (esame progetto e SCIA), pena le sanzioni penali previste per chi non presenta la SCIA quando questo obbligo è indicato nel DPR 151/11 (art. 11 comma 4 4.)  Gli  enti  e  i  privati  responsabili  delle  nuove  attività introdotte all'Allegato I, esistenti alla data di  pubblicazione  del presente regolamento, devono espletare i prescritti adempimenti entro un anno dalla data di entrata in vigore del presente regolamento).

Sono scaricabili dal sito www.vigilfuoco.it i moduli allegati alla lettera circolare 13061 del 06/10/11 (Nuovo regolamento di prevenzione incendi -d.P.R. 1 agosto 2011, n.151, "Regolamento recante disciplina dei procedimenti relativi alla prevenzione incendi, a 2010, n. 78, convertito con modificazioni, dalla legge 30 luglio 2010, n. 122. Primi indirizzi applicativi)  relativi alla parte antincendio SCIA"

  • DPR 151/11 - Indirizzi applicativi (LC 13061 del 6 ottobre 2011)
    Con la lettera circolare 13061 del 06/10/11 si sono emanati,  a firma del Capo Dipartimento dei vigili del fuoco, i primi indirizzi applicativi del nuovo regolamento di prevenzione incendi -D.P.R. 1 agosto 2011, n.151, "Regolamento recante disciplina dei procedimenti relativi alla prevenzione incendi", a 2010, n. 78, convertito con modificazioni, dalla legge 30 luglio 2010, n. 122.
  • Pubblicato il DPR 151 del 1 agosto 2011 - il nuovo regolamento di prevenzione incendi entra in vigore il 7 0ttobre 2011.
    Entra in vigore il 7 ottobre 2011 il nuovo regolamento di prevenzione incendi, pubblicato nella GU n. 221 del 22-9-2011 dal titolo:
    "Regolamento recante semplificazione della disciplina dei procedimenti relativi alla prevenzione degli incendi, a  norma  dell'articolo  49, comma 4-quater, del decreto-legge 31 maggio 2010, n. 78,  convertito, con modificazioni, dalla legge 30 luglio 2010, n. 122."

L'allegato I, riporta i nuovi elenche delle attività soggette ai controlli.