Comando Provinciale Vigili del FuocoComando Provinciale Vigili del Fuoco L'Aquila


Sei in: Home > Servizi al cittadino - > Prevenzione Incendi



 

Prevenzione Incendi

 

 

VERSAMENTI

A corredo delle istanze di Prevenzione Incendi dovrà essere prodotto l'attestato di versamento che potrà essere effettuato con una delle seguenti modalità:

- tramite bollettino di c/c postale sul c/c postale n° 174672 intestato a Tesoreria Provinciale dello Stato Sez. L’Aquila con la causale “Servizi a pagamento Comando VV.F. L’Aquila – Tipologia istanza (SCIA, Rinnovo, Valutazione progetto, ecc) e n° pratica se disponibile;

- tramite bonifico bancario IBAN: IT 62 D 07601 03600 000000174672 (comunicare il CRO) intestato a Tesoreria Provinciale dello Stato Sez. di L’Aquila con la causale “Servizi a pagamento Comando VV.F. L’Aquila - Tipologia istanza (SCIA, Rinnovo, Valutazione progetto, ecc.) e n° pratica se disponibile.

Ulteriori chiarimenti potranno essere acquisiti presso l’Ufficio Prevenzione incendi del Comando dei Vigili del Fuoco di L’Aquila al numero 0862 - 6609316 oppure al 6609346 - pec: com.prev.laquila@cert.vigilfuoco.it.

PRECISAZIONI SULLA PRESENTAZIONE DELLE ISTANZE TRAMITE PEC

La ricevuta di avvenuta presentazione della SCIA al Comando provinciale costituisce titolo abilitativo all’esercizio dell’attività ai soli fini antincendio. Questo Comando rilascia la ricevuta, verificata la completezza formale, contestualmente alla presentazione della SCIA.

Si precisa che l’invio tramite posta elettronica certificata, di Segnalazione certificata di inizio attività (art. 4 DPR 151/2011) e/o di Attestazione di rinnovo periodico di conformità antincendio (art. 5 DPR 151/2011) da parte dell’utenza agli indirizzi di posta certificata di questo Comando (com.prev.laquila@cert.vigilfuoco.it,  com.laquila@cert.vigilfuoco.it) genera, come noto, una ricevuta di avvenuta consegna da parte del gestore di posta elettronica certificata “vigilfuoco” e tale ricevuta ha lo stesso valore legale dell’avviso di ricevimento della raccomandata postale (DPR n. 68 dell’11 febbraio 2005). Resta inteso che, qualora la documentazione trasmessa non risultasse conforme a quella prevista dalle norme vigenti (DPR 151/2011, DM 7/08/2012 e s.m.i.) le relative istanze devono ritenersi invalide e ciò viene comunicato immediatamente dal Comando a seguito di verifica della completezza formale effettuata ai sensi dell’art. 4 del DPR n. 151/2011. 

CONSULTAZIONE STATO DELLA PRATICA

Cliccando su Consultazione stato della pratica sarà visualizzata la maschera di inserimento di Numero pratica e PIN che è possibile reperire sulla comunicazione di avvio del procedimento inviata al richiedente.