pubblicato il 31 maggio 2016

Pordenone, i Vigili del Fuoco presenti al convegno "Continuare la produzione dopo un terremoto - Cosa si puņ fare, prima della scossa, a costo zero"

Nei giorni scorsi, la Sala Congressi "Zuliani" della Fiera di Pordenone Spa, ha ospitato un interessante convegno dal titolo "Continuare la produzione dopo un terremoto - Cosa si può fare, prima della scossa, a costo zero", organizzato dall'Unione Industriali di Pordenone, dall Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco e UniSafe dell'Università di Padova, in collaborazione con Ordini e Collegi professionali della provincia.

Dopo i saluti delle autorità,  le relazioni tecniche si sono aperte con quella dell'ing. Giovanni Nanni, direttore regionale dei Vigili del Fuoco dell'Emilia Romangna, all'epoca del terremoto del 2012 e attualmente direttore regionale della Campania, che ha proposto una relazione dal titolo "Evento sismico in Emilia Romagna del 20.5.2012 e 29.5.2012 - Contributo del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco al contenimento degli effetti". In tale contesto sono state descritte le attività svolte dal CNVVF a tutela della popolazione e di supporto alle attività produttive per ridurre le conseguenze degli eventi e permettere una rapida e sicureza ripresa della produzione.

Tale relazione è stata quindi seguita da altre del mondo produttivo, accademico ed assicurativo, secondo il programma dell'allegata brochure. Particolare interesse ha destato anche la relazione del prof. Maschio, dell'Università di Padova, che ha presentato anche la convenzione stipulata il 9 maggio 2016 tra Università di Padova e Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, sottoscritta dal Prof. Rizzuto, Magnifico Rettore Università di Padova, e dal Capo Dipartimento, prefetto Musolino.  
All'incontro erano presenti oltre duecento  persone.

Torna indietro

Nota: Se la stampa non si avvia dopo 10 secondi, potete utilizzare il comando "Stampa" dal menu "File".