Comando Provinciale Vigili del FuocoComando Provinciale Vigili del Fuoco Treviso


Sei in: Home > Servizi al cittadino - > Formazione D.Lgs. 81/2008 > Corsi di Aggiornamento periodico



Aggiornamento periodico “obbligatorio”

Per l’attivazione del corso di aggiornamento periodico obbligatorio, da effettuarsi entro almeno 5 anni dall’attività formativa dovranno esserci un minimo di 6 partecipanti; al riguardo il datore di lavoro dovrà:

  1. inoltrare domanda scritta in originale al Comando Provinciale VV.F. di Treviso (come da mod. 1 Corso allegato), indicando il tipo di aggiornamento periodico richiesto sulla base del precedente corso effettuato in relazione al livello di rischio della propria azienda (vedasi, quale utile riferimento, l’allegato IX al DM 10/03/1998), il numero dei lavoratori oggetto dell’aggiornamento, il nominativo del referente incaricato dal datore di lavoro per seguire gli adempimenti di varia natura connessi con la programmazione e l'espletamento del corso in questione.
  2. completare l’istanza con marca da bollo di 16,00 € [con esclusione degli Enti esenti dall’imposta di bollo in base al D.P.R. 26 ottobre 1972, n. 642, Tabella “B” punto 16 (enti pubblici), punto 27 bis (Onlus), in base alla L. n. 266/91, art. 8 (iscritto al registro prov.le del volontariato)].
  3. Fornire copia degli attestati di idoneità tecnica antincendio corredati da dichiarazione di conformità all’originale degli stessi conservati agli atti dell’azienda.
  4. fornire l’elenco nominativo dei partecipanti, in formato excel almeno 10 gg prima dell’avvio del corso di aggiornamento, con la seguente formattazione:
  5. Cognome Nome Nato a Provincia Data nascita Domicilio completo di indirizzo N°cellulare e recapito fisso e-mail
    NB: I dati saranno utilizzati e verranno condivisi con l’Autorità sanitaria locale quali contatti in caso uno dei partecipanti manifesti successivamente sintomi da COVID19. La mancata assenso a fornire i suddetti dati da parte dell’interessato comporterà la non ammissione al corso e/o sessione di esame.
  6. L’impegno a garantire idonei locali per le lezioni teoriche ed aree per le esercitazioni pratiche ed il necessario supporto logistico per lo svolgimento del corso;
  7. Dichiarazione circa la copertura assicurativa del personale partecipante per possibili infortuni durante l’attività formativa e l’esclusione del Comando dei Vigili del Fuoco da ogni responsabilità.
L’entità del versamento da effettuare a favore della Tesoreria Provinciale dello Stato è determinato in base alle tariffe riportate, in funzione della tipologia di attività richiesta e dal numero di persone da formare/aggiornare, nella Tabella dei Costi indicata al successivo punto I).Il versamento potrà essere eseguito:sul c/c n. 1313 o IBAN IT43O0760112000000000001313intestato alla Tesoreria Prov.le dello Stato di Treviso, con preghiera di voler indicare la seguente causale: “Prestazioni rese dai VVF per formazione addetti di cui all’art. 18, comma 1, lett.b) del D.L.vo n°81/2008 - Capo XIV - Capitolo 2439/9 – Corso del gg/mm/aaaa”oppure tramite:

PAGOpa previo accesso al seguente link: https://pagopa.vigilfuoco.it/

Verificata la regolarità amministrativa, l’Ufficio competente del Comando provvederà a confermare le modalità ed il calendario delle lezioni precedentemente concordate.Il corso di aggiornamento periodico è suddiviso con durata oraria diversa in base alla tipologia di rischio dell’attività e prevede una parte teorica ed una parte pratica.
  • La parte teorica dell’aggiornamento può essere svolta presso una struttura messa a disposizione dal richiedente, assicurando l'organizzazione logistica e il materiale di supporto per le lezioni teoriche (computer multimediale, con casse acustiche, proiettore per computer e lavagna a fogli). Ai fini della prevenzione del contagio del COVID19, lo spazio messo a disposizione per la formazione teorica dovrà assicurare una distanza interpersonale delle persone secondo quanto indicato dalla Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome 20/92/CR01/COV19 del 22/05/2020 riguardante “Nuovo coronavirus SARS-CoV-2 – Linee Guida per la riapertura della Attività Economiche e Produttive” e successive modifiche ed integrazioni. A tal proposito il richiedente dovrà rilasciare apposita dichiarazione attestante il rispetto di quanto sopra indicato.
  • La parte pratica dell’aggiornamento può essere effettuate presso una struttura messa a disposizione dal richiedente, purché esista uno spazio messo in sicurezza, all'aperto e isolato. Per lo svolgimento della prova, lo stesso richiedente dovrà provvedere fornire sul posto n° 2 bombole di GPL da Kg. 15 (o in alternativa n° 1 bombola da 25 kg), n° 1 estintore ogni due discenti. Relativamente agli estintori, l’effettuazione della prova è subordinata alla consegna al personale VV.F. della “dichiarazione di conformità dei presidi antincendio” di cui al modello 2 allegato.
Al termine del corso di aggiornamento potrà essere rilasciato dal Comando VV.F., qualora richiesto, l’“Attestato di Frequenza”; tale attestato può essere richiesto secondo le seguenti modalità:
  • di tipo “cumulativo” (che prevede l’elenco delle persone frequentanti il corso; la singola attestazione comprenderà un massimo di 10 persone);
  • di tipo “personale” (riferito al singolo discente);
Il ritiro degli attestati deve essere effettuato a cura del datore di lavoro, consegnando una marca da bollo di 16,00 € per ciascun attestato [con esclusione degli Enti esenti dall’imposta di bollo in base al D.P.R. 26 ottobre 1972, n. 642, Tabella “B” punto 16 (Enti pubblici), punto 27 bis (ONLUS), in base alla Legge n° 266/91, art. 8 (iscritto al registro provinciale del volontariato)].