Comando Provinciale Vigili del FuocoComando Provinciale Vigili del Fuoco Padova


Sei in: Home > Servizi al cittadino - > Volontari





Chi sono i Vigili del Fuoco Volontari

Il personale del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco (CNVVF) si distingue in personale di ruolo e personale volontario.

Se il personale di ruolo ha un contratto di lavoro, in regime di diritto pubblico, il personale volontario non ha un rapporto di lavoro con l’Amministrazione ma solo un rapporto di servizio disciplinato dal DLgs. n° 139/2006 e dal DPR n° 76/2004.

Il personale volontario viene reclutato nel CNVVF a domanda e, a seguito del superamento di un periodo di addestramento iniziale, richiamato in servizio secondo le necessità per essere impiegato nei servizi di istituto, prevalentemente in contesti di soccorso pubblico e protezione civile.

I Vigili del Fuoco Volontari sono assegnati ad un Distaccamento Volontario, gestito dagli stessi vigili volontari, coordinato da un Capo Distaccamento e dotato di appropriati dispositivi di protezione individuale, equipaggiamento e automezzi di proprietà del Comando.

I Vigili del Fuoco Volontari si rendono disponibili al servizio secondo le modalità di reperibilità o presenza in sede, in base alle proprie disponibilità ed in relazione alle disposizioni operative del Comando.

Durante il servizio i Vigili del Fuoco Volontari sono soggetti agli stessi doveri, attribuzioni, responsabilità dei Vigili di ruolo ed hanno, durante l'espletamento delle loro funzioni, la qualifica di Agente o Ufficiale di Polizia Giudiziaria.

Le squadre di volontari sono sotto il diretto coordinamento del Comando dei Vigili del Fuoco, territorialmente competente, che le impiega in relazione a specifiche esigenze territoriali e operative.

I Vigili del Fuoco volontari sono tenuti a frequentare periodici corsi di addestramento allo scopo di mantenere ed accrescere il livello operativo.

Per il personale volontario è previsto un compenso su base oraria, che viene elargito solo in relazione all'esecuzione effettiva di interventi di soccorso, di addestramenti specifici o a fronte di particolari esigenze previste dal Comando.

Le amministrazioni statali, gli enti pubblici e privati e gli altri datori di lavoro, nei casi di richiamo in servizio hanno l'obbligo della conservazione del posto di lavoro per il volontario richiamato.


Requisiti dei Vigili del Fuoco Volontari

Possono diventare Vigili Volontari i cittadini italiani, di ambo i sessi, che, in possesso dei requisiti richiesti per legge, fanno espressa richiesta di iscrizione nei quadri del personale volontario del Comando della provincia di residenza e sono assegnati ad un Distaccamento Volontario.

Nella provincia di Padova l'assegnazione avverrà al Distaccamento Volontario di Borgoricco, sito in via Croce Ruzza al civico 12 in Borgoricco (PD)

Diventare Vigili del Fuoco Volontari è un percorso graduale che prevede il susseguirsi di alcuni passaggi, i cittadini che intendono arruolarsi nei quadri volontari del CNVVF devono inoltrare la domanda presso il Comando della provincia di residenza, ed avere i seguenti requisiti minimi:
  • Cittadinanza Italiana, uomo o donna, con un'età compresa tra i 18 ed i 45 anni.
  • Godere dei diritti politici e non essere stati dispensati o licenziati dall'impiego presso la Pubblica Amministrazione.
  • Diploma di istruzione secondaria di primo grado (licenza media inferiore)
  • Idoneità psicofisica e attitudinale (accertata dai competenti Comandi)
  • Requisiti di qualità morali e di condotta (art. 35 comma 6 Decreto Legislativo 165/2001)
  • Non incorrere nei casi di incompatibilità previsti dall'art. 8 D.P.R. 6 febbraio 2004, n. 76
È incompatibile con la posizione di Vigile Volontario:
  • l personale permanente in servizio nel Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco;
  • il personale delle Forze Armate, delle Forze di Polizia e delle altre istituzioni pubbliche preposte all'ordine ed alla sicurezza pubblica, con eccezione degli appartenenti ai Corpi di Polizia degli enti locali, previo nulla osta delle amministrazioni competenti;
  • gli amministratori di società e dei titolari di impresa che producono, installano, commercializzano impianti, dispositivi e attrezzature antincendio e dei titolari di istituti, enti e studi professionali che esercitano attività di formazione, vigilanza, consulenza e servizi nel settore antincendi.

Il regolamento recante le norme sul reclutamento, avanzamento ed impiego del personale volontario del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco è contenuto nel DPR n.76 del 2004.



Come si diventa Vigili del Fuoco Volontari

Chi vuole diventare Vigile del Fuoco Volontario dovrà seguire il seguente percorso.
  • Dovrà presentare domanda presso l’Ufficio Personale del Comando dei Vigili del Fuoco di Padova, operazione dettagliata nel paragrafo successivo
  • A seguito della ricezione della domanda sarà effettuato un colloquio conoscitivo, nel quale viene approfondita l'attitudine del Candidato alla figura di Vigile del Fuoco Volontario e vengono inoltre presentati in dettaglio il percorso formativo propedeutico, l'organizzazione e la struttura del Distaccamento Volontario, contesto principale di impiego.

Se a seguito del colloquio la domanda sarà riconfermata.
  • Verranno effettuati i controlli nel casellario giudiziale e sui carichi pendenti del Candidato.
  • Verrà effettuata una visita medica preliminare con il Medico del Comando.
  • Al superamento di questa prima visita medica, verranno effettuati esami e visite specialistiche presso idonea struttura sanitaria (attualmente il Servizio Sanitario di RFI a Mestre) (spese mediche a carico dell'Amministrazione).

All'esito positivo di questa prima parte procedurale si procederà con l’iscrizione del Candidato nell’Elenco Provinciale per le necessità dei distaccamenti volontari del Corpo Nazionale con apposito Decreto Ministeriale.
Il Candidato una volta iscritto nell’Elenco dovrà frequentare un corso di formazione con esito positivo, per il quale sono previsti esami teorici, pratici e ginnici.
Le prime prove iniziali del corso per i Candidati saranno delle prove fisiche ginniche e natatorie.
Nella fase conclusiva del corso è previsto un periodo di affiancamento alle squadre di soccorso del Comando con la partecipazione ad interventi reali.

Terminato positivamente l’intero corso il Candidato, ora Vigile del Fuoco Volontario, sarà assegnato al Dispositivo di Soccorso del Distaccamento Volontario di Borgoricco ed inizierà il suo servizio.



Presentazione della Domanda

Di seguito il file PDF Editabile che dovrà essere compilato a video prima di stamparlo.
Una volta firmato si dovrà inviarne scansione, con in allegato la scansione di un proprio documento d'identità in corso di validità, all'indirizzo mail dell'Ufficio Personale del Comando di Padova:

personale.padova@vigilfuoco.it

In alternativa si potrà procedere alla presentazione di persona recandosi negli Uffici del Comando, in via San Fidenzio 3 a Padova, esclusivamente fissando appuntamento chiamando ad uno dei seguenti recapiti telefonici: 049-7921 749/750/751

L'orario di apertura al pubblico è previsto nei giorni martedì e giovedì di ogni settimana, nella fascia oraria compresa fra le ore 10.00 e le ore 12.00

  Modulo d'Iscrizione




Il Distaccamento Volontario di Borgoricco

Un primo contatto, al fine di reperire informazioni utili ed anche come primo approccio al mondo dei Vigili del Fuoco, può essere stabilito col personale volontario che gestisce il distaccamento di Borgoricco, ai seguenti recapiti:

Via Croce Ruzza 12, 35010 Borgoricco (PD)

Tel: 049 4907507

E-mail: vvfborgoricco@gmail.com




Associazione Nazionale dei Vigili del Fuoco Volontari

Ulteriori informazioni e documentazione sono reperibili sul sito dell'Associazione nazionale dei Vigili del Fuoco Volontari