Segui @emergenzavvf

Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco - Dipartimento dei Vigili del Fuoco del soccorso pubblico e della difesa civile

Sei in: Home > Notiziario > Notizia

pubblicato il 4 novembre 2019  

Palermo, Workshop "Large scale USAR operations: Morandi bridge and other case study"

...

Il 23 ottobre scorso, Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco ha organizzato, sotto l’egida del Segretariato INSARAG, un workshop internazionale nell’ambito della presidenza italiana dell’area AEME (Africa-Europa-Medio Oriente) di INSARAG. L’evento che è stato aperto da Martijn Viersma del Segretariato INSARAG Sezione di risposta alle emergenze dell’Ufficio per il coordinamento degli affari umanitari (OCHA) e del Direttore Regionale dei Vigili del Fuoco Sicilia, Ing. Gaetano Vallefuoco; presente il Direttore Operativo per il Coordinamento delle Emergenze del Dipartimento della Protezione Civile Nazionale, nella qualità di “INSARAG AEME Regional Chair”, Ing. Luigi D’Angelo e il Direttore della Protezione Civile della Regione Siciliana, Ing. Calogero Foti. Il chairman dell’evento è stato l’Ing. Giuseppe Paduano della Direzione Centrale per l’Emergenza, il Soccorso Pubblico e l’Antincendio Boschivo che ha sostituito il Direttore Regionale VVF della Toscana Giuseppe Romano, promotore della Certificazione INSARAG del modulo USAR Heavy dei VVF e quest’anno co-Regional Chair di INSARAG Area AEME, il quale per ragioni personali non ha potuto partecipare all’evento. Il workshop è stato l’occasione per discutere sulle grandi attività USAR basate sulla recente esperienza del crollo del ponte Morandi a Genova ed ha rappresentato un'occasione unica per condividere e confrontare le esperienze delle attività USAR in tutto il mondo. Il workshop è stato diviso in due diverse sessioni. La mattina sono stati discussi i diversi aspetti legati al soccorso prestato a seguito del crollo del Ponte Morandi con specifiche relazioni di colleghi del CNVVF. L'analisi è stata approfondita attraverso cinque argomenti di discussione relativi all'identificazione delle peculiarità del disastro, alle problematiche inerenti l'azione di soccorso e alle lesson learned. Il pomeriggio i partecipanti sono stati divisi in 5 gruppi presieduti dai relatori della mattina e da esperti, appositamente invitati, i quali hanno potuto discutere delle problematiche relative a recenti eventi tragici accaduti nella nazione di provenienza. Tali esperienze internazionali sono state comparate al fine di creare una esperienza condivisa e consentire uno scambio di informazioni in merito alla gestione delle operazioni di soccorso.

  

     

Copyright 2009 Dipartimento dei Vigili del Fuoco -