Segui @emergenzavvf

Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco - Dipartimento dei Vigili del Fuoco del soccorso pubblico e della difesa civile

Sei in: Home > Notiziario > Notizia

pubblicato il 3 agosto 2017  

Prove sperimentali sui sistemi agli ioni di litio effettuate dalla Direzione Centrale per la Prevenzione e Sicurezza Tecnica

Approfondimenti

...

A seguito dell’accordo quadro firmato dal presidente dell’ENEA, prof. Federico Testa, e dal Capo del Corpo Nazionale dei Vigili del fuoco, ing. Gioacchino Giomi, teso a condurre studi sulla sicurezza e sulla prevenzione dei rischi di incendio ed esplosione relativamente ai sistemi innovativi di accumulo elettrochimico, il 1° agosto sono iniziate le prove sperimentali sul comportamento dei sistemi agli ioni di litio in caso di stress termico e di urto, che si sono svolte nel complesso di Capannelle.
Nello specifico, sono stati coinvolti i ricercatori e gli esperti del Dipartimento tecnologie energetiche del CR ENEA di Casaccia, i ricercatori del dipartimento di Ingegneria chimica dell’Università di Roma “Sapienza” e il personale del Nucleo Investigativo Antincendi (NIA), che già da tempo svolge attività di studio sulle problematiche di sicurezza dei suddetti sistemi di accumulo.
Le prove effettuate hanno riguardato la combustione di alcune celle singole agli ioni di litio e la relativa estinzione con diverse sostanze estinguenti. Alcune celle sono state sottoposte a stress meccanico per evidenziare la possibilità di innesco di un eventuale principio d’incendio a seguito di corto circuito interno.
Si tratta di un primo risultato di rilievo per aumentare la conoscenza delle problematiche relative alla sicurezza dei nuovi sistemi di accumulo elettrochimico, sempre più diffusi nel panorama energetico nazionale.
Alcune celle sono poi state campionate per essere analizzate dal laboratorio di chimica dell’ENEA.
Tutte le prove sono state monitorate con l’impiego di termocamera e di apparecchiature foto-video.

  

     

Copyright 2009 Dipartimento dei Vigili del Fuoco -