Segui @emergenzavvf

Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco - Dipartimento dei Vigili del Fuoco del soccorso pubblico e della difesa civile

Sei in: Home > Notiziario > Notizia

pubblicato il 24 settembre 2021  

Trieste, concluso corso interregionale per soccorritori acquatici di superficie

...

 Si è concluso il 24 settembre, il corso interregionale per soccorritori acquatici di superficie riservato al personale operativo dei Vigili del Fuoco dei comandi provinciali del Triveneto. La fase finale del programma formativo, che prevede sia lezioni di teoria che addestramenti pratici in ambito fluviale, lacustre e marino, è stato sviluppato presso il polo didattico regionale per le attività nautiche, il soccorso subacqueo e acquatico, operante presso la sede VVF del Porto Vecchio di Trieste.
Lo staff didattico, composto da sei istruttori VF di settore, che si sono alternati nelle lezioni teorico-pratiche, ha  brevettato nove colleghi abilitandoli all’espletamento di operazioni di soccorso nelle acque interne nonché in mare. Particolare attenzione è stata posta, durante tutta la progressione didattica, ad affinare la sinergia con le componenti specialistiche del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco quali i sommozzatori e gli specialisti nautici.
La costante collaborazione con i competenti Uffici della Capitaneria di Porto - Guardia Costiera del Friuli Venezia Giulia, ente preposto al coordinamento degli interventi di soccorso in mare, ha garantito di perseguire un eccellente livello di sicurezza ed efficacia operativa durante gli addestramenti in ambito marittimo e portuale.
Gli operatori abilitati provengono dai Comandi dei Vigili del Fuoco di Treviso, Padova, Pordenone, Trieste e Udine.
La Commissione di esame, presieduta dal Comandante dei Vigili del Fuoco di Trieste, ing. Girolamo Bentivoglio Fiandra, ha potuto verificare l’ottimo livello operativo acquisito dal personale neo-brevettato.
L’attività formativa ha consentito di potenziare ulteriormente il dispositivo di soccorso dei Vigili del Fuoco, da sempre impegnati a contrastare il cosiddetto “rischio acquatico” tanto presente sul territorio nazionale e nelle regioni del nord est in particolare.

  

     

Copyright 2009 Dipartimento dei Vigili del Fuoco -