Segui @emergenzavvf

Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco - Dipartimento dei Vigili del Fuoco del soccorso pubblico e della difesa civile

Sei in: Home > Notiziario > Notizia

pubblicato il 22 novembre 2021  

Esercitazione Nazionale per posti di comando e manovre operative

Approfondimenti

Vedi anche

...

Testare la capacità di risposta nazionale con la movimentazione  delle colonne mobili regionali in caso di calamità: l’esercitazione che sta impegnando i Vigili del fuoco di tutte le regioni italiane, la scorsa settimana ha visto in campo anche i comandi della Puglia, del Lazio e della Lombardia. L’esercitazione per posti di comando e manovre operative in campo, è stata coordinata dalla Direzione Centrale per l’Emergenza, in collaborazione col centro operativo nazionale (C.O.N.), che funziona da cabina di regia di tutte le emergenze. 

I Vigili del fuoco del Lazio hanno testato il sistema di allertamento ed attivazione emergenziale, oltre che le manovre in campo per gli interventi per ricerca a persona e alle tecniche di soccorso durante gli incidenti stradali. Con riferimento a quest'ultima sono stati coinvolti, sia il personale dell'ARES 118 della Regione sia il personale della Croce Rossa Italiana, per affinare le manovre di soccorso congiunto. La Direzione Regionale del Lazio ha testato il sistema USAR nel suo nuovo campo di addestramento adiacente alla sede di Via San Giovanni Eudes a Roma.

In Puglia tra gli scenari proposti: la ricerca di una persona scomparsa a Bitetto con unità cinofile ed impiego di droni; una simulazione di incidenti stradali con l’applicazione delle manovre di primo soccorso ed impiego di attrezzature da intervento idonee alle nuove tecnologie delle automobili; una simulazione di emergenza chimica provata dal nucleo regionale NBCR presso la Cava Mater Domini di Bitetto; un soccorso a Polignano a Mare per il recupero dei naufraghi da parte degli operatori del soccorso acquatico; recupero con manovre speleo alpino fluviali per due alpinisti bloccati in parete e poi ancora una simulazione per la ricerca di persone sotto le macerie all’interno della cava Mater Domini di Bitetto  in un edificio crollato a causa di un evento sismico, con impiego del tema USAR (Urban Search And Rescue). Infine provato anche l’allestimento di un campo base necessario per la logistica delle squadre impegnate durante una grande emergenza.All’esercitazione hanno partecipato anche cinofili della Polizia di Stato, Croce Rossa e personale della Protezione Civile Regionale.

Anche in Lombradia sono stati ricreati scenario di ricerca a persona attivando l'Unità di Comando Locale utilizzando le tecniche di Topografia Applicata al Soccorso. E' stato attivato il Nucleo Batteriologico Chimico per interviene in caso di eventuali emergenze legate a sostanze nocive o pericolose. Sono state applicatelle tecniche Speleo Alpinistiche Fluviali,  che aumentano il livello di sicurezza dei soccorritori e migliorano il servizio offerto alla cittadinanza. Sono state allestite delle aree logistiche per le Colonne Mobili Regionali per quanto riguarda la mobilitazione di uomini e mezzi in caso di calamità Nazionali.

  

     

Copyright 2009 Dipartimento dei Vigili del Fuoco -