Salta al contenuto principale

Il soccorso

Standard di Interoperabilità delle Comunicazioni in Emergenza

Decreto 23 maggio 2011

Vuoi sapere come operano i vigili del fuoco ?
Ecco una panoramica delle attività svolte quotidianamente e delle professionalità impegnate, ogni giorno, sul territorio nazionale a tutela della sicurezza dei cittadini.

L'organizzazione del soccorso

Il Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco assicura tutti gli interventi tecnici necessari al fine di salvaguardare l'incolumità delle persone e l'integrità dei beni, garantendo il soccorso non solo in occasione di incendi, ma anche di tutte quelle situazioni di emergenza come, ad esempio, improvvisi o minaccianti crolli strutturali, frane, piene, alluvioni o altre calamità pubbliche.
Le azioni di soccorso tecnico urgente sono assicurate da squadre operative presenti su tutto il territorio nazionale, organizzate in 103 Comandi, integrati in 18 Direzioni Regionali e coordinati dalle Sale Operative di livello provinciale, nonché a livello nazionale da un Centro Operativo Nazionale (C.O.N.), ubicato all’interno del Palazzo Viminale. Le sale operative provinciali ricevono le richieste di soccorso da parte dei cittadini, organizzano e dispongono le uscite di uomini e mezzi di soccorso più adeguati al tipo e all’entità dell’intervento da eseguire.
Le sale Operative VV.F. ricevono circa 3 milioni di chiamate all'anno ed effettuano circa 750mila interventi all'anno, ovvero 2mila interventi al giorno, con 90 squadre che intervengono ogni ora.

Le attività di soccorso

Il Corpo dei Vigili del Fuoco assicura il servizio di soccorso pubblico e di prevenzione ed estinzione degli incendi su tutto il territorio nazionale ed è componente fondamentale del Servizio di Protezione Civile (D.Lgs. 139/2006).
La missione principale dei Vigili del Fuoco è quindi il soccorso tecnico urgente, che riguarda la protezione delle persone, dei beni e dell'ambiente da incidenti, disastri e catastrofi, comprendendo tutte le tipologie di intervento: incendi, incidenti stradali, rischi industriali e inquinamento, incendi boschivi, salvataggio di persone in pericolo, incastrate, ferite, intossicate, annegate o disperse.
Anche la protezione ambientale è diventata una delle missioni a pieno titolo del soccorso pubblico; oggi, proteggere la natura dai prodotti tossici, dai cambiamenti climatici o dagli incendi boschivi, fa parte della vita quotidiana dei Vigili del Fuoco.
Tutti gli interventi sono caratterizzati dal requisito dell'immediatezza della prestazione, per cui sono richieste professionalità tecniche, anche ad alto contenuto specialistico, e idonee risorse strumentali.

Le professionalità

Tutti gli interventi VV.F. richiedono professionalità tecniche, anche ad alto contenuto specialistico, pertanto, nel Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco esistono diverse specializzazioni, ovvero personale addestrato ad interventi particolari che, affiancato al personale operativo non specialistico, copre tutte le tipologie di intervento. Tenuto conto del particolare tipo di impiego del personale, il soccorso tecnico specialistico del Corpo nazionale dei vigili del fuoco può essere suddiviso in:

Soccorso Su Terra

Soccorso In Aria

Soccorso In Acqua

I mezzi di soccorso

Il Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco possiede mezzi e particolari attrezzature per lo svolgimento di qualsiasi intervento di soccorso. La particolare livrea che caratterizza tutta la flotta, con scritte e logo bianchi su fondo rosso, li rende facilmente riconoscibili a tutti.
I principali mezzi di soccorso sono dislocati in ciascun Comando e Distaccamento, in numero adeguato alle esigenze del territorio di competenza, e permettono di poter fronteggiare l’emergenza in sicurezza e in tempi brevi.
Tenuto conto del particolare tipo di soccorso, i mezzi del Corpo nazionale dei vigili del fuoco possono essere suddivisi in:

Mezzi Su Terra

Mezzi In Aria

Mezzi In Acqua

Le attrezzature e l’equipaggiamento

Per fronteggiare situazioni di varia natura e pericoli di diversa entità, come quelli cui sono preposti i Vigili del Fuoco, sono necessarie numerosissime attrezzature, collocate su automezzi, in grado di raggiungere prontamente il luogo dell'incidente.
Inoltre, tutti i Vigili del Fuoco indossano particolari dispositivi di protezione individuale (D.P.I.), di tessuto tecnico ed ignifugo, che li protegge, oltre che dalle fiamme e dal calore, anche dall’azione di corpi laceranti, schizzi di sostanze liquide aggressive e/o agenti estinguenti (schiume, acqua), agenti atmosferici, polveri nocive (particolati, polveri estinguenti). Tutti i D.P.I. hanno strisce catarifrangenti, per essere visibili di notte o in situazioni di scarsa visibilità.

Attrezzature

Equipaggiamento

Feedback

Questo contenuto è stato utile?