Salta al contenuto principale

Corsi di formazione degli addetti antincendio

Per richiedere l'organizzazione del corso di formazione dovrà essere inoltrata apposita domanda in bollo da Euro 16,00 (in carta libera per le pubbliche amministrazioni e per le ONLUS) alla DCPSTAE, alle Direzioni Regionali o ai Comandi dei Vigili del Fuoco competenti territorialmente contenente le seguenti indicazioni:

  1. tipo di corso richiesto in relazione alla casistica della tabella successiva ed eventuale integrazione di corso;

  2. numero di lavoratori corsisti;

  3. il nominativo ed il numero di telefono del responsabile incaricato per seguire gli adempimenti di varia natura connessi con l'organizzazione e l'espletamento del corso e per i necessari contatti con il Comando;

  4. l'impegno a garantire idonei locali per le lezioni teoriche ed aree per le esercitazioni pratiche ed il necessario supporto logistico per lo svolgimento del corso;

  5. dichiarazione circa la copertura assicurativa del personale partecipante per possibili infortuni durante l'attività formativa e l'esclusione del Comando Vigili del Fuoco da ogni responsabilità.

Non appena ricevuta la richiesta la Direzione Centrale per la Prevenzione e Sicurezza Tecnica Antincendio ed Energetica, la Direzione Regionale e/o il Comando comunicherà l'entità del versamento (vedi tabella riportata in coda alla pagina) da effettuare alla locale Tesoreria Provinciale dello Stato o PagoPA e saranno successivamente concordati modalità e tempi di svolgimento del corso.

I corsi si terranno nel territorio della struttura VVF organizzatrice, la frequenza dei corsi deve essere completa e non sono ammesse assenze parziali.

Al termine del corso sarà rilasciato un unico attestato di frequenza di tipo cumulativo, in bollo da Euro 16,00 o, su richiesta della Ditta, attestati di frequenza nominativi, ciascuno in bollo da Euro 16,00.

PAGOPA

Il Dipartimento dei Vigili del Fuoco ha aderito al sistema dei pagamenti elettronici PagoPA, realizzato per rendere più semplice, sicuro e trasparente qualsiasi pagamento verso la Pubblica Amministrazione.

Il sistema è adottato da un numero crescente di Enti e di istituti di pagamento (Prestatori di Servizi di Pagamento - PSP), come banche, poste ed altri.

Ad oggi tramite il sistema pagoPA i cittadini possono pagare i servizi offerti dal Corpo nazionale dei vigili del Fuoco:

  • Attività di Formazione del personale addetto ai servizi di sicurezza nei luoghi del lavoro
  • Attività di Autorizzazione, Certificazione e prova finalizzate alla
    commercializzazione ed impiego dei prodotti e sistemi antincendio
  • Attività di Controllo e Vigilanza sul mercato dei prodotti e dei laboratori per aspetti inerenti la sicurezza antincendio
  • Prevenzione Incendi per attività di cui al DPR 151/2011
  • Prevenzione rischio di incidente rilevante Dlgs 105/2015
  • Vigilanza antincendio
  • Soccorso Tecnico non Urgente
pagoPA

Portale PagoPA

Tipologie di corsi di formazione (D.M. 2 settembre 2021, allegato III)

Durata: 16 ORE

Attività:

  1. stabilimenti di “soglia inferiore” e di “soglia superiore” come definiti all'articolo 3, comma 1, lettere b) e c) del decreto legislativo 26 giugno 2015, n. 105;

  2. fabbriche e depositi di esplosivi;

  3. centrali termoelettriche;

  4. impianti di estrazione di oli minerali e gas combustibili;

  5. impianti e laboratori nucleari;

  6. depositi al chiuso di materiali combustibili aventi superficie superiore a 20.000 mq;

  7. attività commerciali ed espositive con superficie aperta al pubblico superiore a 10.000 mq;

  8. aerostazioni, stazioni ferroviarie, stazioni marittime con superficie coperta accessibile al pubblico superiore a 5.000 mq; metropolitane in tutto o in parte sotterranee;

  9. interporti con superficie superiore a 20.000 mq;

  10. alberghi con oltre 200 posti letto;

  11. strutture sanitarie che erogano prestazioni in regime di ricovero ospedaliero o residenziale a ciclo continuativo o diurno; case di riposo per anziani;

  12. scuole di ogni ordine e grado con oltre 1.000 persone presenti;

  13. uffici con oltre 1.000 persone presenti;

  14. cantieri temporanei o mobili in sotterraneo per la costruzione, manutenzione e riparazione di gallerie, caverne, pozzi ed opere simili di lunghezza superiore a 50 metri;

  15. cantieri temporanei o mobili ove si impiegano esplosivi;

  16. stabilimenti ed impianti che effettuano stoccaggio di rifiuti, ai sensi dell’articolo 183, comma 1, lettera aa) del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, nonché operazioni di trattamento di rifiuti, ai sensi dell’articolo 183, comma 1, lettera s) del medesimo decreto legislativo; sono esclusi i rifiuti inerti come definiti dall’articolo 2, comma 1, lettera e) del decreto legislativo 13 gennaio 2003, n. 36.

Durata: 8 ORE

Attività:

  1. i luoghi di lavoro compresi nell'allegato I al decreto del Presidente della Repubblica 1° agosto 2011, n. 151, con esclusione delle attività di livello 3;

  2. i cantieri temporanei e mobili ove si detengono ed impiegano sostanze infiammabili e si fa uso di fiamme libere, esclusi quelli interamente all’aperto.

Durata: 4 ORE

Attività:

  1. attività non presenti nelle fattispecie indicate ai precedenti punti e dove, in generale, le sostanze presenti e le condizioni di esercizio offrono scarsa possibilità di sviluppo di focolai e ove non sussistono probabilità di propagazione delle fiamme.

N.B. L'elenco delle attività di livello 3 non è da ritenersi esaustivo.

Programmi dei corsi di formazione (D.M. 2 settembre 2021)

GIORNI

DURATA

LIVELLO 3

1° giorno

4 ore

L'INCENDIO E LA PREVENZIONE INCENDI

  • principi sulla combustione;

  • le principali cause di incendio in relazione allo specifico ambiente di lavoro;

  • le sostanze estinguenti;

  • i rischi alle persone ed all'ambiente;

  • specifiche misure di prevenzione incendi;

  • accorgimenti comportamentali per prevenire gli incendi;

  • l'importanza del controllo degli ambienti di lavoro;

  • l'importanza delle verifiche e delle manutenzioni sui presidi antincendio.

2° giorno

4 ORE

STRATEGIA ANTINCENDIO (prima parte)

  • le aree a rischio specifico. La protezione contro le esplosioni.

Misure antincendio (prima parte):

  • reazione al fuoco;

  • resistenza al fuoco;

  • compartimentazione;

  • esodo;

  • rivelazione ed allarme;

  • controllo di fumo e calore.

3° giorno

4 ORE

STRATEGIA ANTINCENDIO (seconda parte)

Misure antincendio (seconda parte):

  • controllo dell'incendio;

  • operatività antincendio;

  • gestione della sicurezza antincendio in esercizio ed in emergenza;

  • controlli e la manutenzione.

Il piano di emergenza:

  • procedure di emergenza;

  • procedure di allarme;

  • procedure di evacuazione.

4° giorno

4 ORE

ESERCITAZIONI PRATICHE

  • presa visione e chiarimenti sull'uso delle attrezzature di controllo ed estinzione degli incendi;

  • presa visione sulle attrezzature di protezione individuale (tra cui maschere, autoprotettore, tute);

  • esercitazioni sull'uso delle attrezzature di controllo ed estinzione degli incendi;

  • presa visione del registro antincendio;

  • chiarimenti ed esercitazione riguardante l'attività di sorveglianza.

GIORNI

DURATA

LIVELLO 2

1° giorno

2 ORE

L'INCENDIO E LA PREVENZIONE INCENDI

Principi sulla combustione e l'incendio:

  • le sostanze estinguenti;

  • il triangolo della combustione;

  • le principali cause di un incendio;

  • i rischi per le persone in caso di incendio;

  • i principali accorgimenti e misure per prevenire gli incendi.

2° giorno

3 ORE

STRATEGIA ANTINCENDIO

  • reazione al fuoco;

  • resistenza al fuoco;

  • compartimentazione;

  • esodo;

  • controllo dell'incendio;

  • rivelazione ed allarme;

  • controllo di fumi e calore;

  • operatività antincendio;

  • sicurezza degli impianti tecnologici e di servizio.

  • Gestione della sicurezza antincendio in esercizio ed in emergenza, con approfondimenti su controlli e manutenzione e sulla pianificazione di emergenza.

3° giorno

3 ORE

ESERCITAZIONI PRATICHE

  • presa visione e chiarimenti sulle attrezzature ed impianti di controllo ed estinzione più diffusi;

  • presa visione e chiarimenti sui dispositivi ed attrezzature di protezione individuale;

  • esercitazioni sull'uso degli estintori portatili e modalità di utilizzo di naspi e idranti;

  • presa visione del registro antincendio, chiarimenti ed esercitazione riguardante l'attività di sorveglianza.

GIORNI

DURATA

LIVELLO 1

1° giorno

2 ORE

L'INCENDIO E LA PREVENZIONE

  • principi della combustione;

  • prodotti della combustione;

  • sostanze estinguenti in relazione al tipo di incendio;

  • effetti dell'incendio sull'uomo;

  • divieti e limitazioni di esercizio;

  • misure comportamentali.

PROTEZIONE ANTINCENDIO E PROCEDURE DA ADOTTARE IN CASO DI INCENDIO

  • principali misure di protezione antincendio;

  • evacuazione in caso di incendio;

  • chiamata dei soccorsi.

2° giorno

2 ORE

ESERCITAZIONI PRATICHE

  • presa visione e chiarimenti sugli estintori portatili;

  • esercitazioni sull'uso degli estintori portatili;

  • presa visione del registro antincendio, chiarimenti ed esercitazione riguardante l'attività di sorveglianza.

Organizzazione dei corsi di formazione

Il numero massimo di discenti non potrà essere superiore a 30 unità per ciascun docente per le lezioni teoriche ed a 10 unità per ciascun docente per le lezioni pratiche.

Il corso sarà tenuto presso la sede messa a disposizione dalla Ditta richiedente che, per le lezioni teoriche e le esercitazioni pratiche, dovrà predisporre il seguente materiale:

- Personal computer completo di videoproiettore

- n. 1 estintore portatile a CO2 ogni 2 addetti

- n. 1 bombola di gas GPL per le prove di spegnimento

- dispositivi di protezione individuale (giubbotto, elmetto, visiera e guanti)

- area attrezzata con idranti

 

La Direzione Centrale per la Prevenzione e Sicurezza Tecnica e/o il Comando metterà a disposizione la vasca metallica per le prove di spegnimento e su richiesta specifica il restante materiale.

Le sole lezioni teoriche possono essere erogate anche in FAD (formazione a distanza) esclusivamente in modalità sincrona; in tal caso la Ditta richiedente dovrà mettere a disposizione un tutor dedicato che garantisca la costante presenza dei discenti.

 

Costi dei corsi di formazione

N.B. I costi dei corsi di formazione sono esenti da I.V.A.

N. ADDETTI

LIVELLO 3

LIVELLO 2

LIVELLO 1

fino a 10

euro 2.352,00

euro 1.176,00

euro 588,00

da 11 a 20

euro 2.940,00

euro 1.617,00

euro 882,00

da 21 a 30

euro 3.528,00

euro 2.058,00

euro 1.176,00

Le tariffe orarie dell'attività di formazione tecnico-professionale svolta dal Corpo Nazionale dei Vigili del fuoco sono stabilite con il decreto del Ministro dell'Interno 14 marzo 2012.

Manuali per i corsi di formazione per addetti antincendio

Scarica il materiale didattico a supporto dei corsi di formazione e di addestramento degli addetti antincendio aziendali, effettuati dal personale del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, ai sensi del D.Lgs. 81/08 e al D.M. 2 Settembre 2021.

Materiale didattico in formato pdf:

dispensa for1 finale.pdf
dispensa for2 finale.pdf
dispensa for3 finale.pdf

Allegati

DCPST_Modello_richiesta_esami_idoneita_DM_02_09_21.DOC
DCPST_Mod_rich_corso_form_aggiorn_add_antincendio_DM_02_0921.DOC
Feedback

Questo contenuto è stato utile?